Usò entrambe le mani. Le fece correre su uno scaffale dopo l'altro. E scoppiò a ridere. [...] passò vari minuti ad andare con lo sguardo dagli scaffali alle proprie dita. Quanti libri aveva toccato? Quanti ne aveva sentiti? [...] Era come una magia, come la bellezza. {M.Z.}

Selezionati da me:

domenica 10 luglio 2016

Tra le Righe: una notte a Kinshasa

Ciao a tutti!
Con estremo ritardo vi parlo di un incontro avvenuto il 18 giugno acaffè letterario Libreria Tra Le Righe!
Per l'iniziativa Letti di notte, le librerie indipendenti di tutta Italia si sono trasformate in una città, e la mia libreria (sì, ormai è mia! :P) ha scelto Kinshasa, la capitale del Congo.


Un'ospite d'eccezione ha presentato due romanzi che sembrano interessantissimi, ve ne parlo qui di seguito :)

Foto presa dalla pagina fb della libreria
Comincio subito dicendo che in vita mia credo d'aver letto un solo romanzo ambientato in Congo. Si tratta di una lettura recente. Grazie ad una collaborazione con Elliot Edizioni, ho avuto occasione di leggere Sangue Misto, un libro che ho amato. Trovate QUI la mia recensione :)

Durante la serata abbiamo ascoltato le parole di Maria Eleonora Cucurnia, caporedattore della Casa Editrice 66thand2nd (con la quale mi piacerebbe collaborare un giorno. Chissà...) che ha presentato due dei loro romanzi della collana Bazar, scritti da due autori provenienti proprio da Kinshasa, e ambientati in Congo. Vi lascio le informazioni principali:

"Congo Inc.", di In Koli Jean Bofane.
Trama: Troppo alto per i pigmei ma troppo basso per tutti gli altri, il giovane Isookanga non si rassegna a vivere nel suo villaggio sperduto nella foresta equatoriale e a piegarsi alle tradizioni come vorrebbe il vecchio zio Lomama. Affascinato da internet e dalle infinite opportunità offerte dalla globalizzazione, decide di tentare la fortuna a Kinshasa, dove si unisce agli shégué – i ragazzi di strada – e diventa socio di un cinese che commercia in sacchetti di acqua potabile. Anche le sue quotazioni in campo sentimentale sono in crescita ma Isookanga non vuole distrazioni: è «un mondialista che aspira a diventare un globalizzatore» e niente gli impedirà di raggiungere il successo. Intanto, nella giungla urbana della capitale congolese, gli uomini continuano a dare prova di meschinità e cinismo, mentre nei posti di comando si fa a gara per accaparrarsi le ricchezze naturali del paese. Tutti – sventurati e prepotenti, personaggi loschi e anime pure – vanno a comporre nella loro coralità questa farsa esilarante e amara, una dirompente commedia umana che è stata definita il «Satyricongolese». Con una scrittura incalzante e spietatamente lucida, ma senza rinunciare mai alla leggerezza, Bofane racconta meglio di tutti i reportage e le inchieste la crudele realtà del Congo contemporaneo e il lascito materialista e destabilizzante del colonialismo europeo.
Pagine: 232 - Prezzo: €17,00



"Black Bazar", di Alain Mabanckou.
Trama: Amante degli abiti firmati, appassionato cultore del lato B delle donne e fine teorico del nodo alla cravatta, il Sederologo si aggira affranto per rue Saint-Denis, Chateâu Rouge, dove il melting pot – un bazar di razze, lingue, stili, musiche, danze – sembra una diaspora africana in miniatura: congolesi, ivoriani, camerunensi, maghrebini e antillani, ovvero i «negri albini», tutti insieme a riempire condomini e bar chiassosi come il Jip’s. Esule del Congo e membro della società dei Sapeur (i neri che vestono bene), il Sederologo, alter ego dell’autore, è stato piantato dalla donna a causa dell’Ibrido, un «primitivo» suonatore di tam-tam, ed è costretto a ricorrere alla scrittura – tormentata, diaristica, colorita – per lenire il dolore dell’abbandono, la delusione della paternità sfumata. E ne scaturisce una sorta di parabola esistenziale, una autofiction camuffata in cui Mabanckou si muove con disinvoltura, alternando uno stile potente intriso di citazioni alla lingua viva della banlieue, perché «la lingua francese non è di proprietà della Francia, ma di chi la parla».
Pagine: 224 - Prezzo: 16,00

Naturalmente ho inserito entrambi in wishlist :P spero di leggerli il prima possibile :)
La serata nel complesso è stata bellissima, sono stati letti dei brani da questi e da altri romanzi e abbiamo cenato con piatti tipici congolesi :) 
Come sempre ogni incontro alla libreria Tra le Righe è magico e trasmette in pieno l'amore per la lettura <3



Fatemi sapere cosa ne pensate :D



2 commenti:

  1. che bella iniziativa, non lo sapevo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Consiglio di seguire la pagina FB, per tutti i loro aggiornamenti :D

      Elimina