Usò entrambe le mani. Le fece correre su uno scaffale dopo l'altro. E scoppiò a ridere. [...] passò vari minuti ad andare con lo sguardo dagli scaffali alle proprie dita. Quanti libri aveva toccato? Quanti ne aveva sentiti? [...] Era come una magia, come la bellezza. {M.Z.}

Selezionati da me:

lunedì 4 luglio 2016

Sfida di Lettura LPS 2016 - Le Letture di Giugno


Ecco il post dove parliamo delle nostre e delle vostre letture di Maggio per la Sfida di Lettura LPS! :D

Prima vi ricordiamo un paio di cose :)

Se siete già iscritti alla Sfida, questo è il post in cui troverete le opinioni sulle letture di tutti i partecipanti :) se vi siete dimenticati di lasciarci il commento con la vostra mini-recensione, potete farlo in questo post e verrà aggiunta qui con tutte le altre, ma solo fino a domani :)

Se non siete ancora iscritti e vi andrebbe di partecipare, potete iscrivervi in QUESTO POST :) e naturalmente potrete cominciare con la mini-sfida di Giugno :)

IMPORTANTE:
Se non trovate qui la vostra mini-recensione significa che non avete rispettato una delle regole (che sono due: mini-recensione di non più di 100 parole, e leggere il libro giusto per la sfida) e quindi non riceverete il punto (ma naturalmente siete ancora in gara per le prossime sfide).
La motivazione per il quale la vostra mini-recensione non è stata ritenuta valida, la trovate in risposta al vostro commento di questo postAVETE TEMPO FINO ALLE 12:00 DEL 4 GIUGNO PER RIMEDIARE.
Mi dispiace molto, ma impiego ore per organizzare tutto, non posso perdere tempo anche nel tagliare pezzi alle vostre recensioni, o contattarvi singolarmente quando sbagliate qualcosa. Scrivo ovunque e chiaramente cosa bisogna fare, e come farlo. E se avete dei dubbi e mi contattate, vi rispondo sempre. Direi che faccio abbastanza xD



Giugno: "Una rilettura"



Lettura di Sassy: L'albero dei segreti (Sarah Addison Allen)
[recensione completa] La sfida di questo mese mi ha dato occasione di rileggere una delle mie autrici preferite rituffandomi in un mondo caratterizzato da magia, dolcezza e profondi legami di amicizia tra le quattro donne protagoniste di questo romanzo. Una lettura avvincente ed emozionante!  

Lettura di Gaia: Romeo e Giulietta (William Shakespeare)
Credo che Shakespeare e la sua opera più famosa non abbiano bisogno di troppe parole da parte mia. Avevo letto per la prima volta "Romeo e Giulietta" parecchi anni fa, ero ancora una ragazzina, quindi rileggendolo ora ho potuto apprezzarlo di più in ogni sua sfumatura :) Consigliatissimo!
Le vostre Letture:


Rory Sgambati - La morte della Pizia (Friedrich Dürrenmatt): [recensione completa]
Ho riletto con piacere La morte della Pizia di F. Durrenmatt, che avevo letto la prima volta ai tempi del liceo. Già all'epoca mi era piaciuto molto, Durrenmatt ironizza e scherza sul ruolo degli oracoli della Pizia, sulle conseguenze che ne scaturivano ogni volta. Protagonista principale è senza dubbio Edipo, così insicuro di se al punto da cambiare opinione ad ogni nuova previsione. Durrenmatt è dissacrante, smonta i miti greci, rielabora il mito di Edipo e analizza tutti gli avvenimenti, fa teorie che poi smonta lasciando costantemente il lettore nell'incertezza.

Susy - Il piccolo principe (Antoine de Saint-Exupéry): [recensione completa]
Una favola senza tempo che ho avuto tanto piacere di rileggere perchè non solo mi ha trasportata indietro nel tempo, ma è riuscita anche a regalarmi emozioni bellissime. Una lettura che consiglio a chiunque.

Rosa C. - Killing Sarai ( J.A. Redmerski): [recensione completa]
Primo della serie In The Company of killers, l'ho riletto perchè vorrei continuare a leggere la serie – arrivata al sesto volume - e avevo bisogno di un riepilogo per ritrovare le fila della storia. Ho amato questa storia esattamente come la prima volta che la lessi; Victor e Sarai sono e rimangono due tra i miei protagonisti preferiti, caratterizzati alla perfezione. Sangue, dolore, tradimenti e vendette sono gli ingredienti di questo dark romance che consiglio a tutti gli amanti del genere e non.

Luigi Dinardo - Harry Potter e la Pietra Filosofale (J.K. Rowling):
Ci sono momenti nella vita in cui ti senti giù e hai bisogno di un pò di magia. La saga di Harry Potter, ma non la scopro di certo io, è magnifica. Ti insegna il valore dell'amicizia, del fidarsi l'uno dell'altro, del coraggio e del non sentirsi diversi. Capolavoro.

Anna Albertetti - Harry Potter e la Pietra Filosofale (J.K. Rowling):
Cosa dire? La prima volta che l'ho letto avevo 12 anni, oggi a 27 anni è stato stupendo rileggerlo e credo proprio che rileggeró anche gli altri libri. Penso che quasi tutti abbiano letto questo libro. Mi ha accompagnato nell'adolescenza e ancora adesso ci sono molto affezionata. La magia di un ragazzo che cresce e affronta il mondo. Bellissimo!

Alexis Kami - Ring (Koji Suzuki):
Il libro da cui è stato tratto il celebre film The Ring è molto diverso dalla versione cinematografica americana, ma rimane un buon horror con molta tensione. Non mi ha più fatto paura come la prima volta, e con questa rilettura ho potuto apprezzare maggiormente il buon stile dell'autore.

Lara Webgirl - Per sempre insieme, amen (Guus Kuijer):
Ho scelto questo libro perchè mi è piacuito molto.Pollocke, undici anni, vive con la madre, il padre è andato a vivere con un altra famiglia e lei pensa che sia un poeta. Ha una cotta per l'amico di scuola marocchino e non sa come affrontare la situazione, si svaga andando dai nonni e prendendosi cura di una vitellina. A scuola il maestro si innamora di sua madre e la ragazza trova la cosa un po'strana.Nonostante sia per ragazzi l'autore affronta molti temi importanti tra i quali il razzismo, la tossicodipendenza e le varie tipologie di famiglia.

Grazia Lovegood - Harry Potter e la Pietra Filosofale (J.K. Rowling):
Questo libro lo rileggo almeno una volta l'anno, non importa cosa stia facendo devo leggerlo! E' uno di quei libri che mi fa stare bene, mi fa tornare bambina e soprattutto mi ricorda che che esiste un pizzico di magia un po' ovunque! Harry, Ron e Hermione sono stati i miei primi amici letterari e ancora oggi sono parte di me, non smetterò mai di dire grazie alla Rowling per aver scritto questa saga così piena d'amicizia e amore.

Elisabetta Sitzia - Pianoforte vendesi (Andrea Vitali):
Si tratta di un romanzo breve, scritto in modo scorrevole, con un tocco di mistero e tanta, tanta ironia. Belle le immagini della festa dei Re Magi e l'omaggio al paese sul Lago di Como che personalmente adoro. Sarebbe stato interessante approfondire di più la figura di certi personaggi.

Elena Cordioli - Il conte di Montecristo (Alexandre Dumas):
Ciao, la mia rilettura e' stata :"Il Conte di Montecristo" che dire uno dei miei libri preferiti di sempre....un capolavoro, che tocca tanti sentimenti amore, amicizia, vendetta; sulla forza di volontà, l'ingegno, il riscatto... Un classico senza tempo, avvincente ed eterno... Almeno una volta il consiglio è leggerlo, leggerlo, leggerlo.

Giusy P. - Il diario del vampiro (Lisa Jane Smith):
Ho deciso di rileggere questo libro non perché fosse uno dei mie preferiti, ma perché dopo aver terminato la serie tv ero curiosa di vedere le varie differenze. Ammetto che lo ricordavo più coinvolgente, invece questa volta mi ha (quasi) annoiato a morte. Le uniche parti che ho apprezzato sono quelle del passato di Stefan Salvatore e le brevi scene in cui appare Damon :)

Barbara S. - Oscar e la Dama in Rosa (Eric-Emmanuel Schmitt):
Lo considero uno dei libri più profondi che abbia mai letto, riesce a commuovermi ogni volta ed è pieno di verità. La storia parla di Oscar, un bambino gravemente malato a cui resta poco da vivere.  Nonna Rosa, che fa volontariato all'ospedale, gli suggerisce di vivere ogni giorno come se fossero dieci anni di vita e di scrivere ogni giorno una lettera a Dio. Assolutamente consigliato, anche se dovrete munirvi di fazzoletti!

Claudia F. - Harry Potter e la Pietra Filosofale (J.K. Rowling):
Avevo già letto questo libro in prima media, ma avevo abbandonato la serie perchè allora il fantasy non mi piaceva. Adesso ho deciso di continuare la saga, perciò ho riletto il primo libro e devo dire che mi è piaciuto, ma ho notato alcune imperfezioni e discordanze a cui anni fa non avevo fatto caso. Ho amato l’ambientazione magica del libro, ma non me la sento di dare più di tre stelle, perchè letto alla mia età non può certo rivelarsi meraviglioso, ma sono sicura che andando avanti la Rowling riuscirà a sorprendermi!

Veronica Schifano - La fabbrica di cioccolato (Roald Dahl):
Questo libro è stato uno dei pilastri della mia infanzia, quindi non potevo non rileggerlo. Anche stavolta mi è piaciuto tantissimo, facile e scorrevole, ma pieno di fantasia e di emozioni. Nonostante sia un libro per bambini, lo consiglio a tutti, nessuno escluso. È uno di quei libri che tutti dovrebbero aver letto almeno una volta nella vita.

Rosalba S. - Tommaso e il fotografo cieco (Gesualdo Bufalino):
Un romanzo particolare quello di Bufalino, sin dal titolo. Un fotografo cieco, Tiresia, che si ostina a fotografare le dive e che ha tendenze incestuose, e Tommaso, un intellettuale molto intelligente ma deluso, che ha banalmente scoperto il vuoto e che vive in uno scantinato. “Tommaso e Tiresia, dispari coppia di formichine…” Un bel libro disincantato sulla crisi dell’uomo, di fronte al mondo moderno, con un finale dai chiari tratti metafisici e morali . Un testo consigliatissimo.

Rosita Alfieri - Come si scrive ti amo (Rachel Cohn e David Levithan):
Bello, divertente, colorato, delizioso... questi sono alcuni degli aggettivi che mi vengono in mente per descrivere questo fantastico romanzo. La storia di Lily e Dash mi ha divertito moltissimo. Era da tempo che non mi capitava di immedesimarmi così tanto nei personaggi. Ho adorato Lily e Dash, la loro ironia, le loro stravaganti personalità, il mondo in cui vedono la vita e il mondo che li circonda... ho amato tutto di loro. Così come ho amato gli altri personaggi: vorrei avere una famiglia come quella di Lily e degli amici come quelli di Dash.

Sorairo - Stardust (Neil Gaiman):
Ho riletto Stardust dopo alcuni anni poiché lo ricordavo poco, nonostante mi fosse piaciuto e mi avesse spinto il film a leggerlo. Ho trovato la storia ben scritta e strutturata come una fiaba, dunque con vari intrecci,ma una profondità e complessità abbastanza vaghe, non nulle bensì basilari. Il finale non è infelice, ma mi ha rattristato. Bellissime le atmosfere da paesino medievale e del mondo Faerie. Viene voglia di vivere lì!

Giuls P. - Shatter me ( Tahereh Mafi): [recensione completa]
Avevo già letto questo libro nel 2014, e mi era piaciuto, ma poi non avevo continuato la saga, cosa che farò sicuramente questa volta. La trama è molto bella, particolare, tranne per l’inserimento della storia d’amore che mi ha fatto venire i nervi. Dei personaggi mi sono piaciuti Warner e James. Juliette così così, pazza al punto giusto, ma per il resto uguale a tante altre protagoniste, mentre Adam l’ho trovato noioso. Ho apprezzato lo stile dell’autrice: è accattivante, ti prende molto e, dopo un primo momento in cui ho storto il naso, mi sono piaciute anche le frasi cancellate.

Benedetta Cattani - Harry Potter e la Pietra Filosofale (J.K. Rowling):
Rileggo questo libro almeno una volta all'anno, questo perché per me ha un valore simbolico. Harry potter è la saga che mi ha introdotto al mondo della lettura. La storia Non perde mai d'interesse, non importa quante volte lo rileggi, sarà sempre come andare ad hogwarts per la prima volta. É affascinante come la rowling riesca a descrivere un mondo fantastico basato sulla magia senza cadere mai nella banalità. Non annoia mai, anche se è considerato un libro per bambini ogni anno che cresco riesco ad apprezzarlo sempre più.

Dolci73 - Il diario segreto di Laura Palmer (Jennifer Lynch): [recensione completa]
In occasione della rimessa in onda dei telefilm della serie di Twin Peaks ho deciso di rileggerne lo straziante e spaventoso romanzo ispirato al telefilm. Penso che sia ancora uno dei libri più tristi che parli di abusi sui minori. E’ straziante leggere le parole di Laura convinta di essere cattiva e di meritare tutto ciò che le succede, di non piacere o essere capita dalla gente per quello che è veramente. Non è possibile non amare la sua vulnerabilità e la sua confusione.

Siannalyn - Buona Apocalisse a tutti! ( Terry Pratchett e Neil Gaiman):
Ho adorato questo libro la prima volta che l'ho letto e l'ho adorato anche la seconda. Pratchett è un genio e anche Gaiman non scherza e insieme hanno creato un capolavoro. Ho adorato soprattutto l'angelo e il diavolo, che fanno una coppia fantastica. E Adam con Cerbero, perché fanno una tenerezza infinita. E l'ironia con cui è narrata la storia è qualcosa di spettacolare!

Clarissa Fois - Harry Potter e il prigioniero di Azkaban (J.K. Rowling):
Che posso dire niente, basta solo il titolo per capire cosa voglio dire e cosa penso di questo libro, lo amo, lo adoro. È semplicemente Harry Potter.

Velia Speranza - Come un romanzo (Daniel Pennac):
“Come un romanzo” è uno di quei libri che rileggi sempre con grande piacere, perché, più che un saggio, si tratta di un viaggio alla riscoperta del lettore. Con sguardo lucido ma romantico, Pennac riporta alla luce la vera essenza del lettore, la sua evoluzione dall’infanzia fino all’età adulta e mostra come sia facile deviare dalla “giusta strada”. Perché è il mondo editoriale a bombardarci, perché crescendo la lettura diventa un obbligo ed un onere, perché perdersi al giorno d’oggi è facile. Ma la lettura è ben altro e Pennac ci fa ricordare di cose che forse avevamo dimenticato.

Huntress Allison - It (Stephen King):
Alla fine per la rilettura, per quanto indecisa tra molti libri che adoro e alcuni suoi, ho optato per It. Inutile dire che è un meraviglioso capolavoro del suo genere, l’ho amato fin dalle prime pagine e It rimane sempre una figura raccapricciante. Mille volte migliore rispetto al film, ovviamente, che ha rovinato molto il finale, nel libro viene tutto spiegato molto meglio. King non si fa mai sfuggire i dettagli quando narra e ti fa immergere totalmente nella storia, partendo da un punto di inizio fino a mostrare man mano tutto il “disegno” completo.

GliAlberiDaLibri - Il segreto tra di noi (Gianni Farinetti): [recensione completa]
In questo libro viene raccontata la storia di una famiglia delle Langhe piemontesi, in particolare delle tre figlie. Farinetti non segue un filo cronologico lineare per raccontare, ma alla fine il lettore si ritrova a conoscere tutta la vita delle tre sorelle, incentrata su un doloroso segreto. Libro davvero bello e commovente che consiglio.

Silvia Paltro - La valle dell'Eden (John Steinbeck):
Avevo letto questo libro circa vent'anni fa e avevo visto anche il film con James Dean. Come allora mi sono appassionata alle intricate vicende delle due famiglie protagoniste: i Trask e gli Hamilton. Ambientato in California nella Salinas Valley, tra fine Ottocento e inizio Novecento, il libro prende spunto dalla vicenda biblica di Caino e Abele, infatti al centro della storia ci sono i rapporti conflittuali tra due generazioni di fratelli: Charles e Adam e Caleb e Aaron.

Elena Perini - Le pietre magiche (Terry Brooks):
Da questo libro hanno tratto la serie tv “The Shannara Chronicles” che ho visto in quanto Terry Brooks è il mio scrittore preferito. E mi è venuta voglia di rileggere le pietre magiche dopo 20 anni dalla prima lettura. E’ stato emozionante rituffarmi nel mondo di Shannara: tra elfi, troll, streghe e demoni. Ci sono molte avventure che tengono incollato il lettore, con una giusta dose di magia,amore e una lotta tra il Bene e il Male. Consiglio questa bellissima lettura anche per i personaggi: in primis il druido Allanon, ma anche Will, Amberle e Eretria, vi entreranno nel cuore.

Elena Longo - Shadowhunters - Città di Ossa (Cassandra Clare):
Ormai ho capito che i libri della Clare vanno letti in lingua originale visto che, a mio avviso, la traduzione italiana è abbastanza scadente. Dato che avevo letto i primi due libri solo in italiano, ho deciso di rimediare approfittando della sfida. Devo dire che questa seconda lettura si è rivelata appassionante quanto la prima, e in più mi ha permesso di riscoprire quei dettagli dimenticati perché non presenti nel film o nella serie tv. Ora non vedo l’ora di leggere l’ultimo volume della saga, che purtroppo non sono ancora riuscita a leggere!

Sognidirnr - Perdersi (Lisa Genova):
Una (Ri)lettura che non lascia indifferenti. Protagonista è una malattia questa volta, L’Alzheimer, forse una di quelle terribili malattie di cui non si parla spesso. Dal momento in cui viene diagnosticata fino a quando avrà preso completamente il controllo noi siamo con Alice e la sua famiglia: osserviamo l’evolversi della situazione con la realtà che sbiadisce e sfugge di mano. Essendo scritto da una neuropsichiatra è sicuramente curata nel dettaglio la parte più “medica” del racconto. E’ una lettura struggente anche se ho apprezzato molto di più il film Still Alice che riesce a dare un tocco più intimistico alla storia.

Irene Bolognesi - La fabbrica di cioccolato (Roald Dahl):
Questo mese ho deciso di scavare a fondo nel passato e di rileggere La fabbrica di cioccolato di Roald Dahl. La prima volta lo lessi in prima media ovvero 13 anni fa ed è stato un piacere rileggerlo. Ho ritrovato l'atmosfera magica della fabbrica ed un pazzo Willy Wonka e mi è piaciuto molto ma come nel passato, apparte per il finale, preferisco ancora il film di Tim Burton con il mitico Johnny.

Athena - Se ti abbraccio non aver paura (Fulvio Evras):
Il libro è la testimonianza di di Franco e suo figlio Andrea affetto da autismo. Franco non si arrende di fronte alla diagnosi, cerca in tutti i modi di aiutare il figlio e di non farlo sentire "diverso".La storia ci fa capire che spesso le cose che pensiamo sono solo frutto di pregiudizi insensati e rappresenta un esempio di ciò è davvero l'autismo, parlando di un argomento ancora poco conosciuto.Andrea, per comunicare, ha bisogno del computer e nel testo sono riportati fedelmente i dialoghi tra i protagonisti facilitando la comprensione di quello non è nient'altro che un modo differente di percepire il mondo.

Ylenia Piotto - Il GGG (Roald Dahl): [recensione completa]
Ho deciso di rileggere il GGG in lingua inglese per poter assaporare meglio lo stile di scrittura di Roald Dahl. Un libro ricco di punti di riflessione uniti a fantasia, divertimento e risate. Una scrittura geniale per uno scrittore unico nel suo genere. Lo consiglio veramente a tutti.

Sara SC - Gli Sporcelli (Roald Dahl):
Gli Sporcelli sono due coniugi davvero malvagi, tanto da inventare sempre dispetti tremendi l’uno ai danni dell’altro. Vivono in una casa senza finestre, con un giardino pieno di cardi e ortiche e un albero morto. Chiuse in una gabbia tengono quattro scimmiette che obbligano a fare tutto a testa in giù. Ma la cattiveria porta altra cattiveria e gli Sporcelli faranno i conti con quella che hanno disseminato. I due protagonisti non sono solo brutti e sporchi esteriormente ma soprattutto dentro di loro, perché come dice Dahl, una persona con pensieri gentili non potrà mai essere brutta.

Ines Vergara - 9 giorni (Gilly Macmillan): [recensione completa]
Ora come un anno fa ho potuto apprezzare la dettagliata ricerca della terminologia. La cosa che proprio non riuscivo a farmi "digerire" era l'inapropriatezza di alcuni gesti della mamma del povero bimbo rapito, nella prima lettura presa dalla trama che man mano scoprivo non mi avevano infastidito così tanto. Nel complesso mi è piaciuto rileggerlo con nuovi occhi.

Emanuela Alterio - Fedra (Racine): [recensione completa]
Il primo che ho riletto è "Fedra" di Racine, una tragedia del '600. Fedra, moglie di Teseo, re di Atene, si innamora del figlio di lui, Ippolito, dal canto suo inorridito. Nell'opera la tragedia consiste non nell'amore non corrisposto, ma nell'odio di Fedra per se stessa, a causa di questo amore adultero. Già la prima volta mi era piaciuto e con questa seconda rilettura ho potuto soffermarmi ancora meglio sulle parole che hanno importanza fondamentale nell'opera.

Leen Williams - The Queen of Tearling (Erika Johansen): [recensione completa]
Il libro narra le vicende della neo Regina Kelsea e di ciò che farà per portare il suo regno alla salvezza – o alla distruzione. Kelsea è una protagonista ben riuscita e molto realistica. Gli altri personaggi, anche se secondari, non hanno un ruolo marginale bensì parecchio importante a livello di trama.  La particolarità del romanzo è l'ambientazione molto accurata scelta dall'autrice. Il romanzo è ambientato nel futuro, ma dagli aspetti descritti sembra quasi di essere tornati indietro nel tempo; ad un passato dove la tecnologia e il progresso non esistevano.

Jenny Scheiding - Harry Potter e la Camera dei Segreti (J.K. Rowling): [recensione completa]
Ho perso il conto di quante volte abbia riletto un libro di questo saga, ma è stata la prima volta che ne ho letto uno in lingua originale! È stata una bella esperienza, mi sono emozionata all’idea di leggere il libro proprio come JK Rowling l’ha scritto, senza la traduzione a fare da tramite tra lettore e il mondo fantasy da lei creato. Ho avuto modo di scoprire qualcosa di nuovo sul fantastico universo di Harry Potter!

Paola Bellantone - Morte di un uomo felice (Giorgio Fontana):
Narra delle indagini di un giovane magistrato durante gli anni di piombo, a questa si mescolano un'indagine sulle sue radici ed un'altra legata al lavoro che svolge; "se solo avesse potuto spiegare a sua madre, a chiunque, cosa significava voler conoscere la verità. Contribuire anche minimamente a creare un ordine giusto. Se solo avesse trovato le parole per dirle che questo non dipendeva da un astratto dovere ma da un bisogno fisico....... E che ogni ripensamento e timore erano lampi momentanei...... E di certo sapeva quanto questa scelta poteva pesare sugli altri...."

Valentina Bellettini - La storia di Orfeo ed Euridice (Mino Milani):
Ho letto questo libricino molte volte quand'ero ragazzina, ed ero curiosa di rileggerlo per vedere se mi avrebbe dato le stesse intense emozioni: così è stato. La prima metà è avventurosa, dopodiché arriva l'amore e il tormento per la perdita di Euridice. Tra gli eroi dell'Odissea, la mitologia con i dèi greci e la discesa nell'oltretomba in stile Divina Commedia, il racconto è una continua metafora sull'esistenza con più riferimenti morali, comunque sottili; per la maggior parte, pervade un'aurea poetica ed emozionale. Da magone! Indimenticabile; una storia dal fascino eterno.

Silvia Volpin - Le Fiabe di Beda il Bardo (J.K. Rowling): [recensione completa]
Avrei tanto voluto rileggere Harry Potter e la Pietra Filosofale, ma avevo poco tempo a disposizione e tanti libri arretrati, così ho scelto di restare ad Hogwarts tuffandomi nuovamente nelle Fiabe. Adoro lo stile della Rowling, e darei qualsiasi cosa per scrivere bene quanto lei, perciò è quasi inutile dire quanto mi sia piaciuto. Penso sia un libro che va assolutamente letto se si è amanti della saga. E poi i commenti di Silente sono interessanti e davvero divertenti. Ovviamente lo consiglio, anche per una marea di riletture, come tutti quello che scrive la Rowling.

Daniela Como - Il paradiso degli orchi (Daniel Pennac):
Il primo della saga dedicata alla famiglia Malaussene.Sono stata nuovamente catturata dalla fantasia con cui Pennac ritrare i suoi personaggi, dal calore che emanano e dalle situazioni surreali in cui li muove. Benjamin Malaussene, a capo di una famiglia strampalata col suo lavoro di capro espiatorio ai Grandi Magazzini e il mistero delle bombe che mietono vittime proprio qui nel periodo di Natale. Una lettura piacevole dove anche i momenti più drammatici riescono a strappare il sorriso, dove negli attentati muoiono solo i cattivi e i buoni alla fine sono sempre al sicuro. Lo rileggerei ancora.

Sabrina Ceres - Cuore d'inchiostro (Cornelia Funke):
Libro molto lento che non mi è piaciuto molto, nemmeno ad una seconda rilettura.
ci ho messo molto a finirlo e non lo consiglio. idea di base molto carina ma troppe descrizioni e troppi pochi avvenimenti a mio parere. non so se continuerò la saga con i volimi successivi, ma vista la fama dell'autrice e l'acclamazione della serie penso che lo farò :)

Ilsie Aiken - L'apprendista assassino (Robin Hobb):

Ho riletto questo romanzo dopo diversi anni e lo giudico il miglior fantasy in assoluto che io abbia mai letto. I personaggi sono umani, fallibili e vulnerabili, ma non per questo debole o inermi. L'empatia con il protagonista, FitzChevalier, è immediata. Ma la cosa ancora più pazzesca dei bei personaggi e della trama che non ha una grinza, è la scrittura dell'autrice: divina. Pochi autori scrivono con la stessa pienezza e scioltezza. Le riflessioni sono piene di profondità e mai banali. Insomma, un romanzo perfetto sotto tutti i punti di vista.

Anna Tiso - Piccole Donne (Louisa May Alcott):

Esattamente come la prima volta che l'ho letto mi ha emozionata tantissimo! Benché non sia un libro particolarmente movimentato, le descrizioni fatte dall'autrice di sentimenti ed emozioni sono molto dolci e toccanti a mio parere. Inoltre penso si possa imparare molto dalle vicende delle quattro sorelle March le quali, in tempi si guerra, imparano il valore del sacrificio e l'importanza della famiglia. Sotto la guida dolce e decisa della madre le ragazze crescono e diventano giovani donne forti e responsabili. Ancora più bello della prima volta che l'ho letto!

Federica S. - Questo mese mi sono svegliata e mi sono trovata morta (Butterphil):

Questo libro è nato come una fanfiction su efp, poi pubblicato dall'autrice e rimosso dal sito. Dal momento che online me ne ero innamorata ho comprato il libro e da allora l'ho riletto più volte. Ironico, divertente e veloce, i personaggi sono ben caratterizzati, soprattutto i due protagonisti. L'ambientazione anche se non dettagliata è comunque presente è affascinante. La storia un po' rocambolesca ma ne vale la pena. L'ho sempre trovato una compagnia meravigliosa ed è stato un piacere rileggerlo.

Ilaria Rosa - Harry Potter e la Pietra Filosofale (J.K. Rowling):
Rileggere Harry Potter e la pietra filosofale a distanza di anni penso che sia la cosa più emozionante. Solo rileggere le prime parole avevo i brividi lungo la schiena. Sono riuscita a viverlo con altri occhi, sicuramente con uno sguardo più adulto rispetto a 4-5 anni fa (l’ultima volta che l’avevo riletto). Come ha detto Stephen King “Harry Potter reggerà alla prova del tempo e starà sullo scaffale dove vengono tenuti i migliori.”

Come sempre, per qualsiasi domanda o dubbio (anche quelli che vi sembrano stupidi!) potete scriverci qui:
leparolesegrete@yahoo.it



Il prossimo appuntamento per la Sfida qui sul blog è il 31 luglio :)
Vi ricordiamo che per luglio dovrete leggere un libro con una copertina che non vi piace ^_^

Se volete, potete inviare le foto dei vostri libri letti per la Sfida in un messaggio privato alla nostra pagina facebook, le inseriremo in un album apposito ^_^




Trovate QUI l'elenco degli iscritti :)




11 commenti:

  1. Grazie come sempre per il lavoro che svolgete

    RispondiElimina
  2. Ciao Gaia, lascio qui il mio commento per la sfida di giugno, dovrei essere ancora in tempo :)
    "L'apprendista assassino" di Robin Hobb:
    Ho riletto questo romanzo dopo diversi anni e lo giudico il miglior fantasy in assoluto che io abbia mai letto. I personaggi sono umani, fallibili e vulnerabili, ma non per questo debole o inermi. L'empatia con il protagonista, FitzChevalier, è immediata. Ma la cosa ancora più pazzesca dei bei personaggi e della trama che non ha una grinza, è la scrittura dell'autrice: divina. Pochi autori scrivono con la stessa pienezza e scioltezza. Le riflessioni sono piene di profondità e mai banali. Insomma, un romanzo perfetto sotto tutti i punti di vista".

    Un abbraccio :)

    RispondiElimina
  3. Questi mesi non sono riuscita a seguire la challenge ma adesso mi rimetto subito in carreggiata! Vado subito a cercare un libro per questo mese :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei ancora in tempo :D buona lettura ^_^

      Elimina
  4. Harry Potter e la pietra filosofale di J.K.Rowling

    Rileggere Harry Potter e la pietra filosofale a distanza di anni penso che sia la cosa più emozionante. Solo rileggere le prime parole avevo i brividi lungo la schiena. Sono riuscita a viverlo con altri occhi, sicuramente con uno sguardo più adulto rispetto a 4-5 anni fa (l’ultima volta che l’avevo riletto). Come ha detto Stephen King “Harry Potter reggerà alla prova del tempo e starà sullo scaffale dove vengono tenuti i migliori.”

    RispondiElimina
  5. Ma il tema di giugno non erano le riletture? :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. AHAHAHAH come vedi pure io ogni tanto mi rincretinisco!

      Elimina
  6. Come sempre ci sono un sacco di letture interessanti :) Per il bene delle mie wish list non dovrei leggere questi post :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vale lo stesso per me... ma sono costretta :P

      Elimina