Usò entrambe le mani. Le fece correre su uno scaffale dopo l'altro. E scoppiò a ridere. [...] passò vari minuti ad andare con lo sguardo dagli scaffali alle proprie dita. Quanti libri aveva toccato? Quanti ne aveva sentiti? [...] Era come una magia, come la bellezza. {M.Z.}

Selezionati da me:

mercoledì 13 luglio 2016

Recensione: "La morte nel villaggio" di A. Christie


.La morte nel villaggio.
di Agatha Christie


Titolo: La morte nel villaggio
Autore: Agatha Christie
Editore: Mondadori 
Prezzo di copertina: 9,00 €
Voto:                        quasi perfetto  

A St Mary Mead, un tranquillo villaggio nella campagna inglese, la vita scorre monotona, senza che accada mai nulla di nuovo. O almeno così pensano tutti. Tranne Miss Marple, persuasa che il male possa nascondersi ovunque. E infatti, quasi a dimostrare la teoria della simpatica ed estrosa anziana signora, proprio nella canonica davanti alla sua villetta vittoriana viene commesso un feroce delitto. L'inatteso crimine sgomenta l'intera comunità, tanto più che la vittima, il prepotente colonnello Protheroe, era un personaggio molto in vista, anche se odiato persino dai membri della sua famiglia. Le indagini della polizia locale non portano a nulla, ma la mansueta Miss Marple, grazie alla sua abilità nel raccogliere i pettegolezzi e alla capacità di sondare gli animi, riuscirà a scoprire un insospettabile colpevole.


L'inizio dell'estate per me corrisponde ad un appuntamento fisso con Agatha Christie. Ogni anno, con l'arrivo del caldo, mi trovo ad afferrare uno dei suoi romanzi dalla libreria, ed anche questa volta ne ho già divorati due in appena tre giorni: "Miss Marple: giochi di prestigio" e "La morte nel villaggio". Proprio di quest'ultimo voglio parlarvi, non perchè l'altro non mi sia piaciuto, ormai è praticamente impossibile che la Christie mi deluda, ma perchè questo romanzo ha un tono un po' diverso. E', infatti, il primo romanzo in cui viene introdotto il personaggio di Miss Marple! Non me ne voglia Poirot ma ho un debole per la mite vecchina che tutti sottovalutano. Adoro inoltre le avventure ambientate a St. Mary Mead, un villaggio pieno di vecchie zitelle pettegole, piccoli borghesi e donne di servizio sempre ben informate. La narrazione è condotta dal vicario Clement, nella cui canonica si è svolto il delitto, ed è dal suo punto di vista che ci viene descritta Miss Marple. 
Miss Marple vede sempre tutto. Il giardinaggio vale quanto una cortina di fumo e l'abitudine di osservare gli uccelli attraverso un potente cannocchiale può riuscire sempre utile.
<<Caro vicario,>> rispose Miss Marple <<lei non è abbastanza uomo di mondo. Temo che osservando la natura umana per molto tempo, come ho fatto io, si arrivi a non fidarsene troppo. Ammetto che le chiacchiere e i pettegolezzi possano essere nocivi e poco caritatevoli, ma molto spesso sono anche veri, non le pare?>>
Anche la risoluzione del delitto devo essere sincera mi ha sorpresa, tanto che, arrivata alle ultime pagine, ho alzato gli occhi dal libro e ho esclamato verso mio padre- altro grande fan dell'autrice- <<Questa volta me l'ha proprio fatta sotto al naso!!>>. 
Si tratta come sempre per me di una splendida lettura, l'ideale per impiegare un caldo pomeriggio estivo! Penso inoltre possa essere un ottimo inizio per chi volesse leggere per la prima volta un libro con protagonista Miss Marple. 



8 commenti:

  1. Ciao! :) E' un po' che non leggo un libro della Christie e tu mi hai ricordato che è il caso di rimediare! ;) Complimenti per la recensione! :)

    RispondiElimina
  2. I libri della Christie sono quasi gli unici che leggo di questo genere e Miss Marple la adoro anch'io, forse anche più di Poirot!
    La mia migliore amica va matta per la Christie e, ogni volta, so bene che regalargli per il compleanno! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente anche io per quanto riguarda i gialli leggo quasi solo la Christie xD La tua amica è fortunata, le amiche che regalano libri sono sempre le migliori :D

      Elimina
  3. Miss Marple, il mito della mia infanzia! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io l'ho scoperta un po' più tardi ma la adoro *__*

      Elimina
  4. Allora per me sarà di certo un ottimo inizio visto che non ho letto altro con questa protagonista... Ce l'ho in mente da tempo ma ancora mi manca. Ne prendo nota.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siiii :) Io trovo che quelli che hanno lei per protagonista siano tra quelli più divertenti.

      Elimina