Usò entrambe le mani. Le fece correre su uno scaffale dopo l'altro. E scoppiò a ridere. [...] passò vari minuti ad andare con lo sguardo dagli scaffali alle proprie dita. Quanti libri aveva toccato? Quanti ne aveva sentiti? [...] Era come una magia, come la bellezza. {M.Z.}

Selezionati da me:

sabato 28 marzo 2015

Recensione: "Io sono il messaggero" di M. Zusak



.Io sono il messaggero.
di Markus Zusak

Titolo: Io sono il messaggero
Autore: Markus Zusak
Editore: Frassinelli
Prezzo di copertina (rigida): 17,90 €
Voto:   bellissimo


L'esistenza di Ed Kennedy scorre tranquilla. Fino al giorno in cui diventa un eroe. Ed ha diciannove anni, una passione sfrenata per i libri, un lavoro da tassista piuttosto precario che gli permette di vivacchiare, e nessuna prospettiva per il futuro. Quando non legge, passa il tempo con gli amici giocando a carte davanti a un bicchiere di birra o porta a spasso il Portinaio, il suo cane, che beve troppo caffè e puzza anche quando è pulito. Con le donne non è particolarmente disinvolto, perché l'unica ragazza che gli interessi davvero è Audrey, la ragione per cui è rimasto in quel posto senza vie d'uscita. Capace di colpirlo al cuore con una frase: "Sei il mio migliore amico". Non serve una pallottola per uccidere un uomo, bastano le parole. Tutto sembra così tremendamente immutabile: finché il caso mette un rapinatore sulla sua strada, e Ed diventa l'eroe del giorno. Da quel momento, comincia a ricevere strani messaggi scritti su carte da gioco, ognuno dei quali lo guida verso nuove memorabili imprese. E mentre Ed diventa sempre più popolare, mentre nota una luce diversa negli occhi di Audrey e la gente lo saluta per strada, inizia a domandarsi: da dove arrivano i messaggi, chi è il messaggero?




La cosa che ho preferito del romanzo sono state le risate che mi ha strappato. Dopo le lacrime di "Storia di una ladra di libri", l'ironia di questa narrazione è stata una boccata d'aria fresca e ho avuto conferma di quanto Zusak sia un ottimo scrittore (anche se, a giudicare dalle recensioni sul sito dell'Ibs, sono una delle poche persone a pensarla in questo modo).
Cominciamo a parlare di Ed Kennedy, il protagonista. Avete presente quando leggete un libro in cui i personaggi si credono degli sfigati e poi salta fuori che sono dei gran fighi? Bè, vi posso assicurare che Ed si giudica uno sfigato perchè è davvero uno sfigato. La madre lo tratta di m***a, la ragazza di cui è innamorato lo relega nella Friendzone un giorno sì e l'altro pure, facendogli sfilare sotto il naso i ragazzi che si porta a letto, gli altri suoi amici si preoccupano solo che possa giocare a carte con loro, vive in un quartiere schifoso e fa un lavoro schifoso. Ve l'ho detto: uno sfigato. L'ho adorato.
Da quando Ed aiuta la polizia a beccare un ladro che stava tentando una rapina nella banca in cui si trovava con i suoi amici, comincia a ricevere anonimamente delle carte con alcuni indizi, che conducono ad altrettante persone. Ognuna di queste persone ha bisogno di aiuto, chi più, chi meno. Personalmente ho apprezzato molto il rapporto che Ed crea con queste persone, soprattutto con alcune di loro (la quindicenne Sofia e l'anziana Milla, per fare solo un paio di esempi).
Questa è una storia di rinascita, sia per chi viene aiutato da Ed, sia per Ed stesso. Una rinascita che lascia un messaggio importante: non è mai troppo tardi per prendere in mano la propria vita, si può sempre migliorare. Quel che l'autore vuole dirci, è che a volte per farlo serve meno di quanto si pensi. Non servono grandi avvenimenti, grandi occasioni. Basta un piccolo gesto, un piccolo dettaglio... e tutto può cambiare per sempre.
Zusak ci porta a riflettere su questo messaggio tra un sorriso intenerito e qualche risata. Il ritmo veloce l'ho trovato perfetto, e l'unica pecca è forse il finale un po' confusionario.


"A volte le persone sono belle. Non per come sembrano. Non per come parlano. Proprio per quello che sono."


Non voglio anticiparvi nient'altro. Posso solo consigliarvi di leggerlo.



15 commenti:

  1. Storia di una ladra di libri mi è piaciuto moltissimo... Credo che sia un ottimo scrittore. Ho anche questo romanzo. Penso che presto lo leggerò.
    Complimenti per questo bellissimo blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti consiglio di leggerlo al più presto allora ^_^
      Grazie mille per i complimenti <3

      Elimina
  2. Grazie Gaia per questa bella recensione che mi ha invogliato alla lettura, soprattutto quando dici che ti ha strappato delle risate e Storia di una ladra di libri invece è completamente diverso quindi sono molto curiosa di leggerlo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me è piaciuto tantissimo il contrasto con l'altro suo romanzo, anche se lo stile dell'autore resta simile :) Buona lettura ^_^ <3

      Elimina
    2. L'ho finito da poco, mi è piaciuto davvero tanto soprattutto la fine che poi da davvero da pensare. Un libro molto bello e come dici tu molto diverso da quello forse più conosciuto, qui almeno strappa un sorriso.

      Elimina
  3. Sono contenta della tua recensione positiva Gaia e il fatto che il protagonista sia davvero uno sfigao non fa che incuriosirmi ancora di più!!!Non vedo l'ora di leggerlo!!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sìsì il protagonista è proprio uno sfigato e fa molta tenerezza xD
      Buona lettura <3

      Elimina
  4. Ho amato "Storia di una ladra di libri", che è in effetti uno dei miei libri preferiti di sempre, e non vedo l'ora di mettere le mani su questo secondo lavoro di Zusak! La tua recensione positiva è un ulteriore incentivo al comprarlo al più presto... Magari come auto-regalo pasquale :p

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh gli auto-regali fan sempre bene :p ^_^ :k

      Elimina
  5. Voglio questo libro al più tardi ieri.
    Lo voglio lo voglio lo voglio. ç_ç


    Comunque, ti ho nominata al Liebster Award *____* se ti va, trovi il post qui!
    (sorry, avevo fatto un casino con il link -.- *MelVsHtml 0-31241*)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non ho neppure la più pallida idea di come si inserisca un link in un commento AHAHAHA x'D
      Comunque... grazie *________* mi hai resa troppo felice <3

      Elimina
  6. Ti dirò, tra Storia di una ladra di libri e questo, mi ispira di più quest'ultimo ^^ Se dovessi decidermi a leggere qualcosa di Zusak, mi butterò su Io sono il messaggero senza dubbio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Storia di una ladra di libri mi è piaciuto di più, ma si tratta comunque di due letture molto diverse... in ogni caso, io le consiglio tantissimo entrambe xD

      Elimina
  7. Storia di una ladra di libri mi é piaciuto tantissimo, e questo libro mi tenta già da un po'..prima o poi lo leggerò! u.u

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non posso davvero non consigliarlo ^_^

      Elimina