Usò entrambe le mani. Le fece correre su uno scaffale dopo l'altro. E scoppiò a ridere. [...] passò vari minuti ad andare con lo sguardo dagli scaffali alle proprie dita. Quanti libri aveva toccato? Quanti ne aveva sentiti? [...] Era come una magia, come la bellezza. {M.Z.}

Selezionati da me:

giovedì 12 marzo 2015

I Diritti Del Lettore - TAG

Image and video hosting by TinyPic
[Codice per il banner -> <a href="http://leparolesegretedigaia.blogspot.it/" target="_blank"><img src="http://i61.tinypic.com/30w6vbo.png" /></a> ]

Le due eroine di questo blog, Gaia e Sassy, sono tornate! *parte musichetta di Star Wars* 
Ormai nessuna di noi due si stanca più di sottoporre all'altra nuovi TAG , e questa volta Gaia ne ha inventato uno su misura per lettrici compulsive e soprattutto piene di strane manie letterarie.

In cosa consiste?
Avete presente i "Diritti imprescrittibili del lettore" di Daniel Pennac? (Qui trovate un'analisi di Gaia a riguardo)
Ebbene, bisogna semplicemente abbinare un romanzo ad ogni diritto! Seguendo le "linee guida di Gaia" (bel nome, vero?!) :P

Un piccolo assaggio delle condizioni di Gaia mentre, al telefono, spiegava a Sassy in cosa consistesse il TAG:

Ed un piccolo assaggio di quella che probabilmente dev'essere stata la faccia di Sassy mentre ascoltava:

E poi, proprio per non farci mancare niente, abbiamo coinvolto Noemi (di Life is a Book), e quindi oggi vi beccate un TRIPLO TAG!


Ma ora, basta chiacchiere! Si va in scena!

1. IL DIRITTO DI NON LEGGERE
Un libro che non avete alcuna intenzione di leggere, né ora né mai. 

Gaia: Qualsiasi cosa di Baricco. Ho letto "Seta". Molto scialbo. Tre o quattro orette buttate al vento. Ho iniziato a leggere "Oceano mare". Al capitolo tre l'ho chiuso e ho deciso che di questo autore non avrei mai più letto niente. (Citando me stessa in un mio vecchio post: “Alcuni giustificano le sue frasi sconclusionate dicendo che si tratta di "licenza poetica", ma per me ha semplicemente percosso un dizionario, preso qualche parola caduta a caso e creato una serie di tremendi collage.”)
Noemi: Penso sia profondamente ingiusto ammettere di non voler leggere un libro, mi sembra di fare una discriminazione! :P Però se proprio devo rispondere, allora dico "Guerra e Pace" di Lev Tolstoj. Non ho mai letto neanche la trama eppure non mi attrae per niente! :( E il fatto che sia anche un tomo enorme non semplifica le cose perché iniziare un libro così grande e che neanche mi ispira sarebbe un suicidio libroso! :P
Sassy: "Moby Dick" di Herman Melville. È praticamente in ognuna di quelle classifiche tipo i 100 libri da leggere della BBC e così via ma a me sta storia di uno ossessionato con una balena bianca (e qui Sassy si prepara a schivare lanci di pietre ed ortaggi da folle di fan accaniti) proprio non mi ispira, mi dispiace.



2. IL DIRITTO DI SALTARE LE PAGINE
Un libro che avete letto saltando pagine, interi capitoli, o magari soltanto lunghe descrizioni.

Gaia: Adesso mi condannerete a morte, ma saltare le pagine non è una cosa che faccio raramente. Se mentre sto leggendo non sono nello stato mentale adatto per concentrarmi su lunghe descrizioni che reputo bruttine ed inutili, vado oltre. Quindi non ho un solo libro da nominare.
Noemi: Molto raramente mi capita di saltare qualche parte, ma quando ho letto "I promessi sposi" di Alessandro Manzoni, ho saltato quasi capitoli interi! :P Ma a mia discolpa posso dire che l'ho letto al liceo, super costretta dai prof che stabilivano pure in quanto tempo dovevamo leggere i capitoli. Insomma non si può costringere una persona in questi modi! ;)
Sassy: "La piccola Dorrit" di Charles Dickens. Questa è imbarazzante. Ho trovato il libro su una bancarella e mi sono subito interrogata sul fatto che sembrasse avere troppe poche pagine, ma rassicurata dal venditore che fosse un unico volume ho lasciato perdere le mie remore e l’ho comprato. Dopo un po’ mi sono però effettivamente resa conto che si trattava di un’edizione riadattata per ragazzi. Quindi si può dire che ho saltato le pagine di questo libro, anche perché effettivamente non c’erano xD (Da questo episodio è nata la mia mania nel controllare che la lunghezza di un classico sia effettivamente quella che deve essere! )




3. IL DIRITTO DI NON FINIRE UN LIBRO
Un libro che avete lasciato a metà.

Gaia: "Il ritratto di Dorian Gray" di Oscar Wilde. Mancavano pochissimi capitoli alla fine, quando ho deciso che mi stava annoiando decisamente troppo per poter continuare la lettura :(
Noemi: Sono pochissimi i libri che in vita mia ho lasciato a metà, l'ultimo è stato quasi 2 anni fa: "Il grande Gatsby" di F.S. Fitzgerald! Ci ho messo tutta la mia buona volontà e sono arrivata a metà libro, ma la storia proprio non mi prendeva, non c'era niente che mi piacesse! So che molti resteranno scioccati ma è la dura verità! :P
Sassy: "Chosen" di P.C.& Kristin Cast. Sono ferma a pagina 75 dal lontano 2010 e lì intendo fermamente restare. Grazie, ma no, grazie.




4. IL DIRITTO DI RILEGGERE
Il libro che avete riletto più spesso.


Gaia: Eh. Che ve lo dico a fare? Tutta la saga di “Harry Potter”, di J.K. Rowling <3
Noemi: Su questo non ci sono dubbi: "Harry Potter e il principe mezzosangue" di J.K. Rowling! Io rileggo solo i libri che amo, quei libri che dopo un po' di tempo mi mancano tantissimo quindi quale poteva essere il più riletto se non il mio preferito in assoluto?? :D
Sassy: "Sai tenere un segreto" di Sophie Kinsella. Questa per me è difficile, visto che c’è stato un periodo della mia vita in cui il 90% delle mie letture annuali erano riletture. A questo va aggiunto che vado a fasi seguendo le ossessioni del momento quindi ci sono libri che rileggo anche due o tre volte all’anno. Allora per scegliere mi sono basata su un metodo scientifico e altamente validato che ho appena inventato, ovvero lo stato di degrado della copertina per il troppo aprire e chiudere il libro.




5. IL DIRITTO DI LEGGERE QUALSIASI COSA
Un libro "per bambini" che avete letto da adulti, oppure un libro "per adulti" che avete letto da ragazzini.



Gaia: Scelgo “un libro per bambini che ho letto da adulta”, anche perché a 24 anni continuo a leggere con regolarità libri “dai 9 anni in su”. E ne vado fiera! Circa un anno e mezzo fa ho letto “Il GGG” di Roal Dahl. Me ne sono innamorata *_*
Noemi: L'esempio perfetto per questa domanda è: "Dracula" di Bram Stoker letto a circa 9/10 anni! Dopo aver visto il film mi sono così innamorata della storia che sono corsa a prenderlo in biblioteca! Sicuramente non è un libro adatto per una bambina ma non sono mai stata una persona dai gusti normali! :P
Sassy: "Fairy Oak- Il segreto delle Gemelle" di Elisabetta Gnone. Giusto un paio di mesi fa ho letto il primo libro della serie Fairy Oak e credo che presto leggerò anche gli altri, non si può resistere alle gemelle u.u





6. IL DIRITTO AL BOVARISMO

Il libro che più vi ha fatto desiderare di essere tra le sue pagine e di avere la vita dei protagonisti.


Gaia: E naturalmente dico “Harry Potter” anche qui. Avrei preferito variare e non nominare lo stesso libro più volte, ma proprio non posso evitare. Niente mi fa sognare ad occhi aperti come Hogwarts.
Noemi: Beh bisogna nominare i libri per eccellenza, quelli che mi ha fatto quasi piangere dalla disperazione per non poter entrare dentro le loro pagine: l'intera saga di Harry Potter di J.K. Rowling! Aspettare di compiere 11 anni per poter partire per Hogwarts come Harry e scoprire di non poterlo fare è stato straziante! Ancora adesso aspetto questa lettera, povera me!! :(
Sassy: Probabilmente "Red" di Kerstin Gier, sorvolando su i vari complotti e le stranezze della loggia super segreta, i viaggi nel tempo sono una figata pazzesca u.u





7. IL DIRITTO DI LEGGERE OVUNQUE

Il posto più strano in cui l'avete fatto. Ehm, cioè, il posto più strano in cui avete letto!


Gaia: Io un posto strano in cui ho letto non ce l’ho :( Ho letto a Roma, sui mezzi pubblici, oppure in barca in mezzo al mare, e ho letto in treno, ho letto in camera mia, in cucina, dondolando su un’altalena! In aereo, in albergo, in auto. Ma nessuno di questi posti mi sembra realmente “strano” xD
Noemi: Mmmm a volte ho letto camminando, altre volte seduta sugli scalini di una scala o nei corridoi dell'università... Insomma questi mi sembrano i luoghi più strani e soprattutto più scomodi! :P
Sassy: Io sono una di quelle classiche persone che in borsa non ha mai un pacchetto di fazzolettini ma un libro si, quindi quelli che sono posti strani per leggere per molti per me sono probabilmente la norma. Leggo praticamente ovunque, dai mezzi pubblici alle sale d’attesa dei medici, in piedi vicino ai fornelli mentre cucino, in spiaggia…




8. IL DIRITTO DI SPIZZICARE
Il libro che spizzicate con maggiore frequenza, perchè ne sentite più spesso la mancanza.


Gaia: Spizzico molto spesso e molti romanzi, ma i libri che spizzico di più sono sicuramente quelli della saga di Phèdre e della saga di Imriel, scritti da quel genio indiscusso di Jacqueline Carey.
Noemi: "Pollyanna" di Eleanor Hodgman Porter. Ogni tanto mi piace riprendere questo libro e leggere alcune parti sentimentalmente importanti per me. è un libro a cui sono molto legata, la sua storia mi ha insegnato molto e rileggere qualche riga mi aiuta molto!
Sassy: Qui mi riallaccio a quanto detto al punto 4, vado a fasi, ma direi che per ora se la battono "Ti ricordi di me" di Sophie Kinsella e "The indigo spell" di Richelle Mead.




9. IL DIRITTO DI LEGGERE A VOCE ALTA

Un libro che almeno una volta avete provato a leggere a voce alta.


Gaia: Un romanzo breve, un racconto, quasi una poesia: “Nessun luogo è lontano” di Richard Bach. Tanta emozione in pochissime righe.
Noemi: Una volta ho letto ad alta voce "Il piccolo Principe" di Antoine de Saint-Exupéry al mio ragazzo ed è stata una bella esperienza anche se non mi è capitato altre volte e cosa più importante alla fine ero stanchissima! :P
Sassy: "Veleno d’inchiostro" di Cornelia Funke. Non sono una gran fan delle letture ad alta voce ma per questo libro ho avuto una forte voglia di sentire risuonare per bene le parole mentre lo leggevo, ma no, purtroppo Dita di polvere è rimasto saldamente ad Ombra e non è apparso nel mio salotto.




10. IL DIRITTO DI TACERE
Il libro che vi ha sconvolto così tanto (in senso positivo o negativo) da non voler condividere quelle emozioni con nessuno.

Gaia: Che ci sia da parlar male o che ci sia da parlar bene, io lo faccio sempre. Non esiste su questa terra romanzo che io non abbia commentato con Sassy. 
Noemi: Per evitare di nominare 394 volte i libri di Harry Potter, vi nominerò altri due libri: "P.S. I love you" di Cecelia Ahern e "Allegiant" di Veronica Roth. Sono libri così travolgenti e narrano storie così drammatiche che una volta finiti per me è stato impossibile anche solo parlarne per un po' di tempo. Sono letture che ti lasciano dentro delle emozioni molto forti e neanche le parole bastano per poterle trasmettere.
Sassy: Diciamo che chi mi conosce sa che io non taccio, punto. Mi porto sin da piccola l’infame reputazione di chiacchierona e la mia logorrea raggiunge i massimi vertici quando si tratta di libri quindi credo di non aver mai risparmiato a chiunque volesse ascoltarmi o meno ogni minimo pensiero su ogni libro che ho letto. Forse ho solo evitato di scendere nei dettagli degli Harmony che leggevo da ragazzina a casa di mia zia in quei momenti di pura noia da: o quello o le etichette dello shampoo e quelle le so già a memoria. 



Lasciateci un commento con le vostre risposte *__* <3


Gaia&Noemi&Sassy

p.s.: Gaia si scusa per la grafica tutta sballata, ma Blogger ha deciso che oggi doveva fare i capricci.

20 commenti:

  1. Ahahaha molto carino questo vostro tag!!!
    Il diritto di saltare le pagine però noooo.... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheheh ognuno ha i suoi peccati u.u

      Elimina
  2. Alloora, questo è un mega commento. Vorrei specificare che non sono lemie risposote alle domande del tag, ma semplicemente un commento per rispondere alle vostre risposte! (vabbè. ci siamo capite.)
    1.
    Pensa che io ho adorato 'Seta', l'ho trovato un dei più belli tra i libri di Baricco che ho letto. E ne ho letti parecchi.
    'Guerra e Pace' suppongo che non lo leggerò mai nemmeno io.
    2.
    Non salto mai le pagine, mi sembra un affronto al libro. Una volta però mi è tornato utile saltare qualche riga perché veniva descritta una tortura oculare ed io ho una fobia pazzesca degli occhi. Il solo leggerlo mi faceva stare male, immaginarlo rischiava di farmi venire un infarto.
    3.
    Nemmeno io ho mai finito 'Dorian Gray'.. Mi sono fermata sempre ai primi capitoli, mamma che noia!
    4.
    L'unico libro che io abbia mai riletto è 'Il piccolo Lord', per il resto non mi piace rileggere i libri. Mi sento come a rigiocare un videogioco dopo aver sbloccato tutti i segreti e cose varie. Mi da fastido.
    5.
    Praticamente io leggo di continuo libri per bambini!
    6.
    A me 'Red' invece non ha convinto! E nemmeno 'HP' mi piace alla follia, ho letto solo i primi tre volumi. E' il mdo in cui scrive l'autrice che non mi piace. Dopo aver letto anche 'Il seggio vacante', penso che non leggerò altro di suo.
    7.
    Io leggo ovunque ahah anche nell'armadio, volendo.
    8.
    Jacqueline Carey! *sviene*
    9.
    Io non capisco niente quando leggo a voce alta D: come fateeee
    10.
    Bwahwahwah, nemmeno io sono una che tace aahaha

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nell'armadio AHAHAHAHAAH ... anche io una volta ho letto nell'armadio :o

      Elimina
  3. Questo tag è carinissimo, devo farlo assolutamente!
    E le gif all'inizio sono fantastiche!XD

    RispondiElimina
  4. Davvero caruccio questo tag, poi io adoro Pennac, devo assolutamente portarlo sul Libro incantato :3
    Sai che a me Baricco invece piace parecchio? Anche se devo dire che non ho particolarmente apprezzato né "Seta" né "Smith & Wesson"... Ho invece adorato "Novecento" e "Oceano mare" <3 So che per il suo stile, come anche Daniel Pennac, sta sulle scatole a molti... è uno di quegli autori che o ami o odi, non c'è via di mezzo! Io ho iniziato a leggerlo con mio padre, è il suo autore preferito :)
    Quanto a Harry Potter... e chi non ha desiderato almeno una volta di entrare in quel mondo fantastico? *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ^_^
      E' proprio vero... nessuna via di mezzo xD
      Hogwarts ha stregato i cuori di molti <3

      Elimina
  5. troppo forte questo post mi piace tantisismo e mi ritrovo perfettamente daccordo su ogni cosa

    RispondiElimina
  6. Ciao! Adoro questi giochini, quindi partecipo su entrambi i blog ;)
    1. IL DIRITTO DI NON LEGGERE - Premetto che potrei anche cambiare idea in futuro, non si sa mai.. Ma adesso (e sicuramente nell'immediato futuro) non ho assolutamente intenzione di leggere la trilogia di "50 sfumature".. Probabilmente parto da pregiudizi, e magari la storia mi piacerebbe anche.. Ma mi dà fastidio il fatto che molti (parlo di chi non legge un libro neanche se fosse l'unico passatempo a disposizione) si siano avvicinati a questi libri solo per i suoi contenuti..
    2. IL DIRITTO DI SALTARE LE PAGINE - Penso di non averlo mai fatto.. A volte salto alcune pagine, ma subito dopo mi sento in colpa e torno indietro a leggere tutto quello che ho saltato :D
    3. IL DIRITTO DI NON FINIRE UN LIBRO - Quasi tutti quelli che mi davano da leggere a scuola.. Non riesco a leggere un libro sotto costrizione, devo scegliere io il libro da leggere.. Mi viene in mente "Il giovane Holden" di Salinger, che mi piaceva un sacco e che poi ho finito.. Molto dopo. Inizialmente l'avevo interrotto.
    4. IL DIRITTO DI RILEGGERE - Harry Potter rules ♥ Anche io lo rileggo spesso, e ogni volta che lo finisco vorrei ricominciare da capo ♥ Non potrei mai pensare di non rileggere tutta la saga ogni tanto!
    5. IL DIRITTO DI LEGGERE QUALSIASI COSA - I libri della saga per ragazzi "La Bambina della Sesta Luna" di Moony Witcher. Li ho iniziati da ragazzina, ma ora l'autrice ha ripreso la storia e sta scrivendo un seguito dopo l'altro. Non potevo lasciarla a metà, no? ♥
    6. IL DIRITTO AL BOVARISMO - Assolutamente "Harry Potter, non penso ci sia bisogno di spiegare. ♥
    7. IL DIRITTO DI LEGGERE OVUNQUE - Posti strani non ne ho.. Forse il più strano per me è leggere in piedi vicino ai fornelli in cucina :D
    8. IL DIRITTO DI SPIZZICARE - Ammetto che ogni tanto leggo l'ultima frase dell'ultima pagina di un libro.. Ma non troppo spesso, non voglio rovinarmi l'intera storia, e l'ultima frase è spesso rischiosa!
    9. IL DIRITTO DI LEGGERE A VOCE ALTA - Mi piace leggere a voce alta e spesso quando sono da sola in casa leggo per me.. Non saprei indicare un solo libro!
    10. IL DIRITTO DI TACERE - "Ho sognato di te" di Ben Sherwood. Ho letto questo libro anni fa, eppure ancora oggi non riesco a parlarne. Mi ha dato emozioni intense, forti, ma bellissime. Lo consiglio a tutti!

    Io come al solito vado contro corrente e pubblico anche le mie risposte ahahah <3 Ho adorato tutte le vostre <3

    Olga

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma noi VOGLIAMO le tue risposte *___*
      HP <3
      Anche io leggo sempre l'ultima frase dei libri che voglio iniziare *_*

      Elimina
  7. Ahahahah Gaia sei geniale *applaude*
    Mi segno il tag e "Forse un giorno" lo farò xD no, sul serio! Prima o poi lo farò perché è troppo carino **

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non darmi del genio, potresti pentirtene u.u

      Elimina
  8. Mamma mia che tag super carinooooo *O* Me lo segno da fare, perchè devo pensare bene ad ogni risposta... anche se chissà quanto ci metterò a farlo, perchè devo ancora rispondere a due o tre in cui mi hanno taggata >-<
    Nuooo, colpo al cuore per Il ritratto di Dorian Gray e Il grande Gatsby!
    Sassy sappi che non sei da sola: anche io mi spulciavo gli Harmony di mia zia, ahahahahaha XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie *__*
      Ti capisco, anche io ho un sacco di TAG arretrati xD

      Elimina
  9. Io l'ho scoperto ora questo tag *___* è stupendo! (ehm, sì, meglio tardi che mai no? XD)
    lo farò anche io sicuramente *^*
    Sappiate che anche la mia risposta alla 6... è ovviamente Harry Potter! non voglio più essere una babbana ç-ç

    RispondiElimina
  10. Ragazze ho adorato alla follia questo tag! L'ho scoperto grazie ad Elisa e non ho potuto fare a meno di replicarlo anche sul mio blog! ( http://sofasophiablog.blogspot.com/2015/08/i-dilettevoli-diritti-di-un-lettore.html )
    Leggendo le vostre risposte ad ogni diritto dicevo "no, no, assomiglio sicuramente più a Gaia" "Anzi no Sassy ha descritto esattamente le mie stesse sensazioni" "Mannaggia però anche Noemi ha dato risposte che avrei dato anche io". Alla fine non mi sono ancora decisa con chi di voi ho più affinità letteraria però la cosa è certa è che tra tutte siamo proprio un bel gruppo di Potterheads! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Sophia <3 passo subito a dare un'occhiata al tuo *_*

      Elimina