Usò entrambe le mani. Le fece correre su uno scaffale dopo l'altro. E scoppiò a ridere. [...] passò vari minuti ad andare con lo sguardo dagli scaffali alle proprie dita. Quanti libri aveva toccato? Quanti ne aveva sentiti? [...] Era come una magia, come la bellezza. {M.Z.}

Selezionati da me:

giovedì 3 marzo 2016

Sfida di Lettura LPS 2016 - Le Letture di Febbraio


Ed ecco il post dove parliamo delle nostre e delle vostre letture di Febbraio per la Sfida di Lettura LPS! :D

Prima vi ricordiamo un paio di cose :)

Se siete già iscritti alla Sfida, questo è il post in cui troverete le opinioni sulle letture di tutti i partecipanti :) se vi siete dimenticati di lasciarci il commento con la vostra mini-recensione, potete farlo in questo post e verrà aggiunta qui con tutte le altre, ma solo fino a domani :)

Se non siete ancora iscritti e vi andrebbe di partecipare, potete iscrivervi in QUESTO POST :) e naturalmente potrete cominciare con la mini-sfida di Febbraio :)

IMPORTANTE:
Se non trovate qui la vostra mini-recensione significa che non avete rispettato una delle regole (che sono due: mini-recensione di non più di 100 parole, e leggere il libro giusto per la sfida) e quindi non riceverete il punto (ma naturalmente siete ancora in gara per le prossime sfide).
La motivazione per il quale la vostra mini-recensione non è stata ritenuta valida, la trovate in risposta al vostro commento di questo post.
Mi dispiace molto, ma impiego ore per organizzare tutto, non posso perdere tempo anche nel tagliare pezzi alle vostre recensioni, o contattarvi singolarmente quando sbagliate qualcosa. Scrivo ovunque e chiaramente cosa bisogna fare, e come farlo. E se avete dei dubbi e mi contattate, vi rispondo sempre. Direi che faccio abbastanza xD



Febbraio: "Una raccolta di racconti o fiabe"



Lettura di Sassy: The Bane Chronicles (C. Clare & altri)
[recensione completa] Una lettura divertente e "sentimentale" che mi ha fatto innamorare ancora di più di uno dei miei personaggi preferiti della saga della Clare. Consigliatissimo a tutti coloro che hanno già letto almeno una delle due serie di "Shadowhunters" :) 


Lettura di Gaia:  Racconti (A. Checov)
[recensione completaNon si è trattato di una brutta lettura, ma sicuramente mi aspettavo qualcosa di più. Ho preferito quelli più corti, di pochissime pagine. Quelli lunghi tendevano ad avere alcune parti un po' noiose :( Alcuni racconti nascondevano un bel senso dell'umorismo che sarei curiosa di ritrovare in altre opere di questo stesso autore.
Le vostre Letture:


Erica Gatti - Occhi di cane azzurro (Gabriel Garcìa Màrquez):
Il libro si presenta come una serie di racconti uno diverso dall’altro, sia per la tematica che per l’ambientazione. Sarò sincera, alcuni racconti non mi hanno entusiasmato più di tanto (per esempio “Eva sta dentro il suo gatto) mentre alcuni li ho trovati abbastanza deprimenti e lugubri, se così si possono definire ( per esempio “l’altra costola della morte”). Nonostante questo è un insieme di racconti molto particolari, caratterizzati da un alone di mistero che aleggia intorno ai personaggi e a volte, incentrati su tematiche come la morte, il silenzio e l’allontanamento.

Emanuela Alterio - Racconti dell'età del jazz (Francis Scott Fitzgerald): [recensione completa]
Al suo interno si trovano diversi personaggi capaci di trasmettere mille emozioni, ma alla fine di ogni racconto rimane sempre un po' di nostalgia. Ambienti negli anni ruggenti descrivono esattamente la sete del sogno americano. Li consiglio sicuramente :)

Elisabetta Sitza - Fuori e dentro il borgo (Ligabue):
E' stata una lettura molto piacevole e divertente, l'ideale per rilassarsi e farsi qualche risata,  soprattutto con "E figli maschi" dove si parla dei festeggiamenti di un matrimonio emiliano.  Mi sono piaciuti in particolare i racconti dove parla dell'incontro con Pavarotti e del concerto del 1°Maggio; l'atmosfera descritta ai tempi delle radio libere e la tragica storia di Freccia. Mi ha stimolato tante domande sull'uomo e sull'artista, e su quanto ci sia di autobiografico e inventato.

Silvia Paltro - Vacanze in giallo (autori vari):
Non mi piacciono molto le raccolte di racconti, ma ho scelto questa perché amo i gialli di Agatha Christie e Maurizio De Giovanni ma non conoscevo altri autori di questo genere. Alcuni li ho trovati belli, anche se troppo brevi per appassionarmi. Molto divertente il racconto di Antonio Manzini, che non è un vero e proprio giallo ma ha per protagonista un Vicequestore ed è molto originale!

Lara WebgirlI salici ciechi e la donna addormentata (Murakami Haruki)[recensione completa]
Ventiquattro racconti narrati quasi tutte in prima persona da Murakami. Ognuno ha una tematica diversa: vita quotidiana, morte, amore e sono tutti abbastanza particolari. La cosa che colpisce maggiormente è che molti sono lasciati in sospeso, senza un finale e ti permettono di riflettere su quanto l'autore vuole trasmettere ma nello stesso tempo ti lasciano un po' perplesso. Non sono di immediata comprensione e questo ha rallentato un po' la mia lettura, deve piacerti il suo modo di scrivere altrimenti il tutto risulta molto lento e potrebbe annoiare. 

Rosita Alfieri - Percy Jackson racconta gli dèi greci (Rick Riordan):
Divertente e istruttivo. Riordan usa il suo personaggi cardine, Percy jackson, per raccontarci la mitologia greca.
Dall'origine del mondo, ai Titani, fino agli Dei di prima e seconda generazione. un susseguirsi di storie antiche e spesso raccapriccianti, il tutto condito con la solita ironia a cui l'autore ci ha abituati e che rendono la lettura molto leggera nonostante il tema dei miti greci sia un sé un argomento parecchio pesate. Riordan è diventato un vero maestro nell'usare la voce di Percy nel raccontare una storie e mai una volta nel libro la sua presenza non si è fatta sentire.

Rosa C.La principessa e la regina (G.R.R. Martin e G.R. Dozois):
Io amo leggere le antologie e per la sfida ho optato per la raccolta curata da Martin e Dozois sia perché tra gli autori che figurano c'è ne sono alcuni che mi interessava molto leggere, soprattutto Joe Abercrombie e Jim Butcher; e poi, il tema comune di tutta l'antologia mi incuriosiva parecchio, visto che si parlava di donne pericolose. Mi aspettavo grandi cose ma, ahimè, le promesse non sono state mantenute. I racconti non si attengono al tema scelto e per me sono solo due quelli che vale la pena leggere, ovvero quelli di Butcher e Abercrombie.  

Clarissa Fois - I racconti del mistero, dell'incubo e del terrore (E.A. Poe):
È la prima volta che leggo qualcosa di suo, invece del genere no. Non mi ha entusiasmato più di tanto la trama dei vari racconti, ma devo dire che lo stile e la scrittura sono molto scorrevoli e semplici. Mi aspettavo qualcosa di più "terrificante"e coinvolgente ma non è andata così. Comunque per chi ancora non ha letto nulla di suo, può avvicinarsi non è così male.

Benedetta CattaniRacconti di Enigmi (E.A. Poe):

Non avevo mai letto nulla di Poe e non ne sono rimasta delusa. In questi racconti lo scrittore evidenzia la propria abilità di riuscire a rendere ogni racconto interessante, donandogli un’atmosfera cupa, e riuscendo ugualmente a non cadere nella monotonia, sfida assai difficile se bisogna scrivere storie di misteri.
La lettura di questo libro può sembrare difficoltosa, ma è molto scorrevole: per poter leggere con piacere i racconti di Poe bisogna abbandonare la razionalità e lasciarsi trasportare.

Alexis Kami - Io, robot (Isaac Asimov):
La fantascienza non è proprio il mio genere. Il primo racconto mi è piaciuto moltissimo, ma più leggevo gli altri più mi annoiavo. Sono scritti bene, ma per me sono un po' sorpassati.

Veronica Schifano - Le cronache di Magnus Bane (Cassandra Clare):
Era da tanto che volevo leggere questo libro, dato che amo l'universo creato dalla Clare e amo il personaggio di Magnus Bane, e devo dire che è stato all'altezza delle mie aspettative, se non addirittura le ha superate. Divertente e scorrevole, permette di conoscere molto più di quello che traspare dal libro sul personaggio di Magnus. Ho trovato un po' noiosi solo uno o due racconti, mentre gli altri mi hanno appassionato tantissimo. Assolutamente consigliato a tutti coloro che amano la saga di Shadowhuters.

Elena Perini - Tutto è fatidico (Stephen King):
Premessa: non amo molto i racconti in generale, nemmeno se a scriverli è Stephen King, che amo molto come scrittore. Questo libro è una raccolta di 14 storie di genere fantasy, horror e thriller. Quella che mi è piaciuta di più è sicuramente 1408 da cui hanno tratto anche il bellissimo film. Poi mi sono piaciuti “Le piccole sorelle di Eluria” e “tutto è fatidico” che è collegato alla serie “La torre nera” . Molti altri invece li ho trovati un po’ troppo lenti e poco avvincenti, tanto che ho incontrato delle difficoltà a concluderne la lettura.

Barbara S.Irish folks and fairy tales (autori vari):
È una bella raccolta di fiabe, racconti e leggende della tradizione irlandese, nati dalla penna di vari autori (tra gli altri, W. B. Yeats e Lady Wilde, madre di Oscar), a cura di G. Jarvie.  Tra le pagine si incontrano folletti, fate, leprecauni, streghe, giganti ed eroi, che sanno diventare personaggi reali, quotidiani, capaci di comparire in una cucina o in una bottega senza essere fuori posto, ma pronti a rapirvi per farvi vivere magiche avventure... il tutto condito da un pizzico di sano umorismo tipicamente irlandese.  Consigliatissimo a chi come me ama l'Isola di Smeraldo.

Valentina Bellettini - Deserto nero (Andrea Biscaro)[recensione completa]
Mi piacciono i romanzi, ma trovo particolarmente gustose anche le raccolte di racconti, specie quando le storie hanno sapori così diversi e variegati e sanno catapultare da una dimensione all'altra con leggerezza e immediatezza. Proprio come un buon antipasto, questa raccolta ci da un assaggio della versatilità di Andrea Biscaro e la sua straordinaria capacità d'interpretare (visto che scrive in prima persona) un personaggio e poi un altro, per un totale di cinque protagonisti che hanno in comune solo l'essere uomini. Mi è piaciuto perché ogni racconto è pervaso da emozioni che coinvolgono congiuntamente protagonista e lettore…

Paola Bellantone - Marcovaldo (Italo Calvino):
Marcovaldo è composto da 20 novelle; ogni novella è dedicata ad una stagione, il ciclo di conseguenza si ripete per cinque volte, tutte hanno lo stesso protagonista Marcovaldo. Le sue caratteristiche sono appena accennate, padre di una famiglia numerosa lavora come manovale in una ditta che non si comprende bene cosa produca. Il mio voto a quest’opera è 7/10, mi ha colpito in modo particolare la figura di Marcovaldo, il quale non è mai un pessimista ma è sempre pronto a trovare qualcosa di positivo in un mondo ostile.

Claudia F.Le cronache di Magnus Bane (Cassandra Clare)[recensione completa]
Magnus non finirà mai di sorprendermi, emozionarmi e divertirmi. Il suo prendere alla leggera le cose, ma saper anche aiutare le persone in difficoltà con abilità e tatto, in questi dieci racconti è stato evidenziato come non mai. Mi è piaciuto ripercorrere gli eventi descritti dalle due serie di Shadowhunters che ho letto dal suo punto di vista bizzarro e originale, così come incontrare vari personaggi in altri momenti della loro vita. Il mio racconto preferito è stato l’ultimo, il decimo: esilarante, ma anche terribilmente dolce, come solo una storia incentrata sulla Malec sa essere.

Huntress AllisonTempesta di neve e profumo di mandorle (Camilla Läckberg):
Non avevo mai letto niente dell'autrice e non avevo ancora un'idea chiara. Il libro mi è stato regalato ma mi è piaciuto molto, soprattutto il racconto "Il caffè delle vedove" che fa capire molte cose su una determinata condizione femminile. L'ultimo racconto procede un po' più lento rispetto agli altri ma è anche più lungo, il finale mi è piaciuto ma ammetto di averlo capito abbastanza in fretta. Una bella raccolta di racconti, nell'insieme.

Rosalba S. - Il monaco nero e altri racconti (Anton Checov):
Storie semplici, tratte dalla vita di tutti i giorni. Difficile dire qual è il punto di vista dello scrittore. Egli narra la realtà, la fotografa così come è e lascia al lettore il compito di trarre le sue conclusioni. Tanti Cechov quanti sono i suoi personaggi. Mi è molto piaciuto IL MONACO NERO perché emergono domande esistenziali quali: dove finisce la normalità ed inizia la follia? Ci si deve accontentare della mediocrità o aspirare al piacere e alla gloria? A ciascuno la sua risposta.

Nerina Bona - Racconti del mistero e del raziocinio (E.A. Poe):
Per me questa lettura e'stata una sorpresa ,devo dire che essendo io amante dei racconti di Scherloch Holmes ho ritrovato molte delle ambientazioni e delle atmosfere che leggevo in Holmes , mi sono piaciuti e finalmente ho preso in mano questo libro che "riposava "nella mia libreria...lo consiglio.

Giuls P. - Stars Above (Marissa Meyer)[recensione completa]
Devo dire che non sono un’amante delle novelle. Sono sempre troppo corte e finiscono sul più bello. E io ne voglio ancora. Ma queste… beh queste avevano la firma della Meyer. Ho avuto gli occhi a cuoricino per tutto il tempo. La mia preferita? Difficile dirlo. Se la giocano “The princess and the guard” e “Something Old, Something New”, entrambe novelle che ho trovato fantastiche. Ok, forse la mia parte romantica dice che era migliore la seconda. O forse, più probabile, conoscendo il mio cervello, l’ho preferita perché nell’altra non c’era Thorne… Nel complesso 4 stelline. 

Anna TisoSopra l'acqua sotto il cielo (Paola Zannoner):
Una raccolta di quattro racconti, quattro momenti del Novecento italiano visto dagli occhi di quattro adolescenti. I primi due racconti mi hanno emozionato molto, gli ultimi due meno. Stile comunque scorrevole e piacevole, tutto sommato non è stata una lettura pessima, anche se non lo consiglierei proprio caldamente! 

Avid Reader - Baby it's cold outside (Autori vari):

Cinque storie d'amore di cinque autrici diverse, tutte collegate dal tema principale che è l'inverno e, ovviamente, il romanticismo. Sono brevi racconti, circa 100 pagine ciascuno, di storie d'amore non particolarmente approfondite ma con tutto il minimo indispensabile per far entrare il lettore nel vivo delle storie. Non tutti mi sono piaciuti allo stesso modo, ma sono i rischi delle raccolte di tanti autrici diverse, non tutte piaceranno allo stesso modo.

Ines VergaraScritti sulla felicità (Epicuro e Seneca)[recensione completa]
L'ho scelto più per una prova con me stessa, non avendo studiato materie umanistiche volevo conoscere l'impatto che avrebbero avuto quelle parole lette per diletto e no per obbligo scolastico. Devo dire che Seneca è stato più scorrevole, mentre Epicuro ho dovuto rileggere più volte la pagina per capire il senso delle parole. Scritti piuttosto contrastanti ma su una cosa accomunati e cioè non vi è nessuna felicità se non apprezzi quello che hai e abbandoni ogni forma di necessità superflua. 

Grazia Lovegood - Fiabe irlandesi (W.B. Yeats):
Direi che buona parte di queste fiabe non le leggerei a un bambino, specialmente quelle con fantasmi o morti che camminano, ma anche quelle con i folletti non scherzano! Le ho trovate un tantino inquietanti, ma allo stesso tempo affascinanti, ti portano ad entrare in un culto che credo sia ancora molto radicato in Irlanda.  

Dolci73 - Zomb Saga (Antonio Amodeo)[recensione completa]
Devo dire che è una buona raccolta di storie sugli Zombie che si legge velocemente e che vale la pena leggere, soprattutto se si ama la letteratura Z. 

Sognidinrn - Viaggio in America (Oriana Fallaci):
Cartoline di un'America lontana nel tempo ma rimasta uguale nello spirito. Un'Oriana pressappoco trentenne e una raccolta di Racconti delle sue esperienze Americane. Gli Astronauti e gli attori, New York ,Las Vegas, Il west ,la California, i giovani, il razzismo: viene raccontato tutto con dovizia di particolari senza mezzi termini. Ironia e spontaneità sono i punti di forza di questo libro; si studia l'America cercando di conoscerla a Fondo. Gli anni '65-67 ci sembrano assai lontani ma il libro si legge piacevolmente,incuriosisce,come se fosse attualità. Americani ed Europei a confronto in un originale "diario di bordo" dal sapore giornalistico. 

SiannalynFairy Tale Confessions (Tish Thawer)[recensione completa]
Una raccolta di racconti-retelling, quindi come potevo resistere? Sinceramente mi aspettavo di più da questo libro, ma alcuni racconti mi sono davvero piaciuti molto, come il retelling di Rumplestilstkin e quello del Gatto con gli Stivali, mentre altri sono stati proprio banalotti, come quello di Pinocchio. 

GliAlberiDaLibri - Carnacki - Il cacciatore di fantasmi (William Hogdson)[recensione completa]
In tre racconti Carnacki racconta le sue esperienze paranormali. Il secondo volume mi era piaciuto tantissimo perchè c'era vero terrore nelle storie raccontate. Quest'ultimo volume, invece, è stato una vera delusione per me: storie banali, confuse, noiose e per nulla terrificanti. 

Irene Bolognesi - Malombre (autori vari)[recensione completa]
Ovviamente alcuni racconti mi sono piaciuti più di altri ma nel complesso ho abbastanza apprezzato il libro che in alcuni casi mi ha davvero trasmesso l'ansia e la paura provate dai protagonisti.

Velia SperanzaLa ragazza nello specchio e nuove storie di donne pericolose (G.R.R. Martin e G.R. Dozois):
L’antologia non è nulla d’eccezionale, ma si pone come un buon passatempo, una lettura leggera e spensierata. La maggioranza delle storie risulta essere insipida (il penultimo sto ancora tentando di capirlo), e i racconti non restituiscono quasi nulla dello stile dell’ autore. Gli unici che hanno animato l’opera sono stati l’ultimo e soprattutto il primo, l’unico che mi abbia fatto venire voglia di recuperare qualcos'altro scritto dall'autore. 

Luigi Dinardo - La notte della paura (Jeffery Deaver):
Raccolta di 16 racconti gialli. Mi ha colpito molto perchè sono tutti racconti originali e coinvolgenti, alcuni ambientanti anche nell'ottocento. Deaver poi è una garanzia per i thriller. Lo consiglio a tutti indistintamente! Quest'autore non mi ha mai deluso. 

SusyIl principe felice e altre storie (Oscar Wilde)[recensione completa]
Una raccolta di fiabe più conosciute come Il principe felice e altre meno conosciute come Il pescatore e la sua anima. Nove storie in tutto che hanno una morale ma che non hanno un lieto fine come le classiche favole. Una lettura non leggera ma sicuramente molto interessante. 

Athena - Tutti i racconti (Gabriel Garcìa Màrquez):
Mi sono innamorata di questa raccolta perchè permette di viaggiare attraverso la vita dell'autore vedendone la crescita artistica. Consiglio questo libro a tutti gli amanti di Marquez per conoscerlo meglio e riuscire anche a capire maggiormente le altre sue opere. 

Ilsie Aiken - Racconti del terrore (E.A. Poe)[recensione completa]
Un insieme di atmosfere gotiche e angosciose, donne bellissime e fatate destinate a morire giovani lasciando un vuoto incolmabile, uomini schiacciati da vizi e sensibilità fuori dal comune. Ci si perde in lunghi ragionamenti, in esplorazioni della sofferenza e del soprannaturale, che la dicono lunga su qual era l’indole dello scrittore. Un mondo che aspetta i lettori, con alcuni pro e contro. 

Sabrina Guaragno - Umani aperti (Gaspare Burgio)[recensione completa]
Ho trovato molto "spaventosi" e interessanti i suoi racconti perché racchiudono le paure più recondite dell'essere umano senza essere mai banali. 

Elena CordioliCuore (Edmondo De Amicis):
Un libro costruito come un diario, composto da Enrico un bimbo di terza elementare il quale da ottobre a luglio racconterà le vicende della scuola e dei suoi compagni e con i racconti del maestro che ogni mese scandirà l'anno scolastico. Sicuramente un libro che resterà nel bagaglio scolastico di ognuno di noi. 

Marta Cabriolu - Tutti i racconti (Oscar Wilde):
È stata una lettura piacevole, anche se di norma non leggo mai nulla di questo genere. Il racconto che ho preferito è stato "Il fantasma di Canterville". Invece per le fiabe ho preferito la raccolta de "Il principe felice". Non mi hanno invece entusiasmato le fiabe raccolte in "Una casa di melograni". 

Viaggiatrice PigraUn assaggio di Dunwich 2 (autori vari)[recensione completa]
"Immaginavo fossero storie varie, ma non pensavo mi sarebbero piaciute così tanto!" Ognuna particolare e originale a modo suo, e alcune che riprendono altri racconti scritti dai propri autori...qualcosa per saperne di più e allo stesso tempo godersi un breve ma bel racconto. "Insomma, 4 bellissimi racconti, per di più gratuiti e che vi permetteranno di scoprire 4 bravissimi scrittori: che volete di più? Approfittatene e leggetelo subito!" 


Rory - I racconti dei Vedovi Neri (Isaac Asimov)[recensione completa]
Lo avevo da parecchi anni in libreria e non avevo mai letto nulla di Asimov, ma questo libro è stata una vera rivelazione. 12 capitoli, uno per ogni racconto ed ognuno nasconde un mistero più o meno semplice da risolvere insieme ai vedovi Neri ed al loro fantastico cameriere Henry. Ogni racconto è una sfida, fatta di ragionamenti, logica, e supposizioni: non ci si annoia mai e si è sempre attentissimi ad ogni singola parola. Entusiasmante, coinvolgente ed elettrizzante! 

Olga R.Le Fiabe di Beda il Bardo (J.K. Rowling)[recensione completa]
Per me è stato emozionante ritrovarmi di nuovo nel mondo magico. Le fiabe sono allo stesso tempo originali e tradizionali, racchiudono elementi magici e immaginari, ma anche reali e storici, ripresi soprattutto dal periodo medievale. Grande attenzione è riservata anche al valore morale trasmesso dalle fiabe, spiegato soprattutto nei commenti che le seguono. 

Anna AlbertettiLe Fiabe di Beda il Bardo (J.K. Rowling):
Un libricino molto breve ma ricco di significato. Si puó leggere in pochi minuti, ma credo sia meglio leggere una fiaba alla volta per prendersi il tempo di rielaborarla e riflettere. Credo sia un libro da aggiungere alla lista di quelli da leggere ai bambini prima di andare a dormire, o anche per noi perchè non si è mai troppo grandi per credere nella magia! 

Ilaria Rosa - Le Fiabe di Beda il Bardo (J.K. Rowling):
Fiabe adorabili, le ho amate tutte. Penso che se in futuro avrò dei figli a loro leggerò queste fiabe ( ovvio anche quelle classiche). Sono fiabe che fanno riflettere e lasciano dei valori che a mio parere a molti bambini di adesso mancano. Secondo me anche perché ormai non si raccontano più le fiabe prima di andare a letto. E' una lettura così scorrevole che davvero la consiglio a tutti perché si legge tutto in pochi minuti, però leggetevi una fiaba al giorno, ve lo godrete di più.


Sorairo - Single, frivole e pronte a tutto (Katherine Heiny)[recensione completa]
Una raccolta che racconta un mondo attuale dove ogni donna non è esente dal compiere o ricevere tradimento. Un po' cinico, come pensiero, ma la scrittura è fantastica. L'autrice sa quel che fa. Non mancano ironia, risate, gioia, perfidia, tremori, sofferenze, ansie, rabbia. Molti subiscono o compiono tradimento, ma non vedo la realtà come quella narrata dal libro. Comunque un'ottima lettura piacevole e leggera che può darci un'altra visione delle cose.

Federica S. - Racconti del mistero (E.A. Poe):
Questa raccolta è sublime. Atmosfere cupe, descrizioni meravigliosamente inquietanti, attenzione per i particolari. Avevo già letto alcuni dei racconti di Poe e questa raccolta non mi ha lasciata delusa. Sono narrati talmente bene da far scorrere un brivido lungo la schiena durante la lettura. A rendere ancora più suggestiva la lettura i meravigliosi disegni di Harry Clarke, cupi e affascinanti quanto i racconti stessi. Ho amato le mitiche figure femminili raccontate da Poe, in particolare Berenice e Ligei, e l'accanita lotta per la vita ne "il pozzo e il pendolo". Poe si conferma maestro nell'evocare suggestioni e incubi.

Sabrina CeresLe Fiabe di Beda il Bardo (J.K. Rowling):

Questo libro è una raccolta di racconti ambientati nel mondo di Harry Potter, anche se di familiare con la storia c’è solo l’ultima fiaba, quella riguardante i doni della morte. Ogni fiaba è commentata da Silente. Le fiabe spaziano per quanto riguarda i temi, che vanno dalla furbizia all’inganno, dalla solidarietà voglia di usate la magia per motivi poco leciti…. Tutto sommato è una lettura carina, non è una di quelle da fare assolutamente, ma per passare il tempo va bene.

LerynP. - Capricci del destino (Karen Blizen):
Mi ha piacevolmente stupita.  Cinque racconti, ma in realtà molti di più visto che come nelle Mille ed una Notte i personaggi narrano leggende e storie ascoltate da conoscenti e familiari.  La danzatrice Thusmu scambiata per un angelo, l’eroina fragile Malli e la coraggiosa cuoca Babette toccano il cuore. E’ un peccato che alcune vicende siano rimaste in sospeso. Mi piace pensare che l’autrice abbia voluto concedere ai lettori la possibilità d’immaginare nuove avventure per i loro beniamini da concludersi ovviamente con il famoso “e vissero tutti felici e contenti”.

Sara SCI migliori racconti di Padre Brown (Gilbert Keith Chesterton):
Questa raccolta racchiude 8 racconti che hanno come protagonista Padre Brown, un prete cattolico dell’Essex con una vena da detective. I racconti sono tutti abbastanza brevi e veloci da leggere, e nonostante in ognuno di questi ci sia un mistero da risolvere, l’approccio del protagonista alla risoluzione dei casi verte sempre verso il perdono e la conversione, condannando invece le ipocrisie e i pregiudizi. Un altro personaggio che affianca quello di Padre Brown in alcuni racconti è quello di Flambeau, prima criminale che il prete incrocia in più di un caso, poi amico convertito. Una lettura piacevole.

Elena Longo - Happily ever after (Kiera Cass):
La lettura di questa raccolta di racconti e scene inedite, legati alla saga The Selection, mi ha appassionata addirittura maggiormente rispetto a quella dei 3 volumi principali della serie: un po’ perché questa volta ho optato per la lingua originale e un po’ perché l’assunzione di punti di vista diversi da quello del narratore principale arricchiscono enormemente la vicenda. Particolarmente apprezzabili la riscrittura di alcune scene del primo libro dal punto di vista del protagonista maschile e il capitolo bonus da collocarsi dopo il terzo volume.

Ylenia PiottoMasha e Orso e altre fiabe russe:
Poteva mancare nella mia libreria questo meraviglioso libro? L'edizione è davvero bellissima con una copertina meravigliosa e costellata di immagini.  Le storie sono varie e appartengono, ovviamente, alla cultura russa. A mio parere per un occidentale, risulta, a tratti, difficile comprenderne il vero significato perché si allontana un pochino dalla nostra ottica. Uomini che si trasformano in animali, animali parlanti e magia vi accompagneranno dalla prima all'ultima pagina. Consigliatissimo a chi vuole provare qualcosa che si allontani dalla solita fiaba.

Jenny Scheiding - I salici ciechi e la donna addormentata (Haruki Murakami):
È stata la sua prima raccolta di racconti che ho affrontato e devo dire che lo preferisco come romanziere! I racconti hanno come tematica l’onirico e il surreale, come quasi tutti i suoi libri. Devo dire che mi è risultato piuttosto ripetitivo, quasi nessun racconto mi ha colpito! Forse perché sono tutti piuttosto corti, senza personaggi e trame definite. Gli ultimi due sono quelli che mi sono piaciuti di più perché maggiormente lunghi, con personaggi caratterizzati bene e le storie più o meno intriganti e verosimili.

Psychotic TrackI racconti delle fate:
È una splendida raccolta delle più famose fiabe francesi. Che dire? Io ADORO questa raccolta, ci sono tantissime fiabe che fanno una degna concorrenza a quelle classiche che tutti conosciamo (che tralaltro sono presenti nella versione di Perrault), tra le raccolte di fiabe che ho letto (e ne ho lette tante) questa è senza alcun dubbio la mia preferita, consiglio a tutti gli amanti del genere fiabesco di leggerla. In caso non riusciate a metterci le mani sopra, cercate almeno di reperire le fiabe di Madame d'Aulnoy che personalmente sono quelle che preferisco.


Silvia Volpin - Vindica te tibi - Quattro storie di vendetta (Raul Londra)[recensione completa]
Amo le raccolte di racconti e questa mi ha pienamente soddisfatta, nonostante il genere noir non sia tra i miei preferiti. Quattro maxi racconti, con personaggi ben strutturati, buone descrizioni e trame non collegate tra loro ma che tengono incollato il lettore. Per me è stata una lettura veloce e scorrevole, che mi ha appassionato e colpito. Il mio racconto preferito è senza dubbio il quarto ed ultimo, che parla di Nativi Americani. Personalmente lo consiglio agli amanti del genere noir e a tutti coloro che cercano una bella raccolta da leggere in pochi giorni. Molto bello!


Laura LillyNove racconti (J.D. Salinger)[recensione completa]
Ho letto Nove racconti di Salinger, autore che ho amato immensamente nel suo precedente capolavoro. Non amo le raccolte di racconti, faccio fatica ad entrare nella storia, in empatia con i personaggi, apprezzarli e amarli. I racconti sono brevi e fugaci e mi lasciano con un senso di insoddisfazione. I racconti di Salinger sono ben curati, grande attenzione è dedicata ai dialoghi e i personaggi sono realistici, ho trovato però difficile focalizzare alcune storie. La mia preferità: Un giorno ideale per i pescibanana.

Antonella P. - Racconti del terrore (E.A. Poe):
Una raccolta dalle tinte fosche e dal gusto prevalentemente macabro, tipico dell'autore in questione. Le descrizioni sono particolarmente accurate. L'unica nota negativa per quanto mi riguarda sono i troppi riferimenti letterari extratestuali, che rendono il testo a volte un po' troppo lento e ampolloso.

Mel - Le cronache di Magnus Bane (Cassandra Clare):
Non sono proprio un’amante dei racconti, ma adoro il personaggio di Magnus e sono felicissima di aver affrontato questa lettura. Vedere le cose dal suo punto di vista ha contribuito ad appianare molti degli eventi che, nella saga di Shadowhunters, non mi avevano particolarmente colpita. Ad essere onesta, qualche racconto l’ho trovato un po’ noioso, ma passa tutto in secondo piano quando si considera la Malec. Consigliatissimo ai fan della saga, un po’ meno a chi l’ha già bocciata (ANCHE SE MAGNUS VA AMATO A PRESCINDERE!)

Rosa rosamelie - Masha e Orso e altre fiabe russe:
Ho acquistato questa raccolta di fiabe russe solo per l’edizione, non è sicuramente completa ma ha delle illustrazioni meravigliose. La raccolta comprende solo 12 storie ma sono assolutamente sufficienti per entrare in una Russia fiabesca, magica e ricca di avventure ed incantesimi. Ho apprezzato tutte le fiabe, ma la mia preferita è sicuramente “il principe Ivan e il lupo grigio.” Consiglio la lettura di questa raccolta a tutti, a prescindere dall'età.

Elsa Poppy - Il cimitero senza lapidi e altre storie nere (Neil Gaiman)[recensione completa]
I racconti di questa raccolta sono tutti molto diversi tra loro per temi e atmosfere, ma accomunati comunque dell'elemento magico e da un che di fiabesco. Ho apprezzato tantissimo i riferimenti a folklore anglosassone, opere letterarie strafamose, leggende e miti vari (si va dal Santo Graal ad Alice nel paese delle meraviglie). È stata una lettura molto piacevole: adoro questo tipo di racconti e non sono rimasta delusa!

Leen WilliamsLe cronache di Magnus Bane (Cassandra Clare):
Mi è piaciuto poter conoscere più da vicino e molto più profondamente il Sommo Stregone di Brooklyn.  Mi sono piaciute tutte quante le novelle, forse alcune erano un po' troppo lente e noiose, ma le più erano divertenti e mi hanno fatta ridere più volte! Mi sono piaciute soprattutto le novelle dedicate ai due Herondale - ho un debole per quella famiglia!  E vorrei veramente tanto leggere altro su di lui! Dieci novelle non mi sono affatto bastate. 

Victoria Bargan - Le fiabe di Beda il Bardo (J.K. Rowling):
Una raccolta di cinque storie scritte da J.K.R. e ognuna con un presunto commento del preside Albus Silente. Il commento è la parte più interessante della raccolta, a mio avviso, poiché vengono spiegate le morali delle fiabe, oltre ad altre interessanti curiosità. La lettura è molto scorrevole data la lunghezza del libro e le fiabe sono molto fantasiose , ma ognuna ha la propria particolarità : una, per esempio, è cruenta , un'altra è impregnata di coraggio, un'altra ancora è romantica , ecc... Concludo dicendo che questo è un libro che consiglio a tutti.

Giusi T.Dodici racconti raminghi (Gabriel Garcìa Màrquez):
Leggere Gabriel Garcia Marquez significa sempre ritrovarsi in un mondo magico con personaggi così particolari che viene spontaneo chiedersi se possano esistere o meno nella realtà. I racconti contenuti in questa raccolta sono stati scritti in anni e in città diverse e proprio per questo definiti raminghi. Marquez, prima della pubblicazione, si recò in tutte le città dove li aveva ambientati per verificare se i suoi ricordi erano corretti. Una lettura sospesa tra realtà e immaginazione racconto dopo racconto, pagina dopo pagina.


Come sempre, per qualsiasi domanda o dubbio (anche quelli che vi sembrano stupidi!) potete scriverci qui:
leparolesegrete@yahoo.it



Il prossimo appuntamento per la Sfida qui sul blog è il 31 marzo :)
Vi ricordiamo che per marzo dovrete leggere un libro non ancora letto di un autore che amate ^_^

Se volete, potete inviare le foto dei vostri libri letti per la Sfida in un messaggio privato alla nostra pagina facebook, le inseriremo in un album apposito ^_^




Trovate QUI l'elenco degli iscritti :)




12 commenti:

  1. Ecco, lo sapevo: dovrò aggiungere nuovi libri alla mia wishlist dopo aver letto queste recensioni! ;) M'interessano in particolare i racconti di Asimov e Poe.
    Comunque, davvero complimenti per l'organizzazione: tra e-mail che avvisano e tutti i post riepilogativi, si vede che c'è un bel lavoro complesso dietro. E sempre puntuale! Brave! :D

    RispondiElimina
  2. Ottimo lavoro come sempre

    RispondiElimina
  3. Quanti libri interessanti! *_*

    RispondiElimina
  4. Sapevo che avrei allungato ancora la mia wish-list anche questo mese! Ahaha

    Complimenti a tutti i partecipanti per le belle recensioni e a voi due per il lavoro che fate!

    Buona giornata a tutti :)

    RispondiElimina
  5. Quanti libriiii ^_^ ormai quelli che ho in lista non li conto più sono troppi ihih :p

    RispondiElimina
  6. Ottimo lavoro, come sempre!^_^ Ho già in mente un paio di titoli per questo mese!

    RispondiElimina
  7. Ottimo lavoro! In questo mese esce un nuovo libro di un'autrice che adoro altrimenti sarebbe stata dura scegliere fra quelli in lingua!

    RispondiElimina