Usò entrambe le mani. Le fece correre su uno scaffale dopo l'altro. E scoppiò a ridere. [...] passò vari minuti ad andare con lo sguardo dagli scaffali alle proprie dita. Quanti libri aveva toccato? Quanti ne aveva sentiti? [...] Era come una magia, come la bellezza. {M.Z.}

Selezionati da me:

giovedì 11 dicembre 2014

Più Libri Più Liberi 2014 - Parte 1


Non ho la più pallida di come parlarvi di questa fiera xD come vi ho già accennato, si è trattato di tre giorni molto intensi per me, interessanti e stancanti al tempo stesso, e alla fine, quando sono tornata a casa sabato sera, le mie condizioni erano queste:


Credo che in questo primo articolo vi parlerò solo della mia esperienza alla fiera e vi mostrerò qualche foto, e che nel prossimo (o nei prossimi :P) parlerò degli eventi a cui ho partecipato. Altrimenti questo articolo finirebbe per essere lungo 394 pagine. Severus Piton magari approverebbe, ma voi no. Ne sono sicura.

Naturalmente non sono andata da sola! I primi due giorni (giovedì e venerdì) mi ha accompagnata Sassy, che ha deciso di autoproclamarsi mia stagistaOvviamente, soltanto per scherzo.
Sassy: la mia Darcy,
direttamente da "Thor"
Anche perchè se fosse stata davvero la mia stagista, vi garantisco che l'avrei licenziata dopo due ore al massimo u.u come sono cattiva muah ah ah! Naturalmente mi sono svegliata all'alba tutti e tre i giorni, perchè la fortuna ha voluto che io abitassi praticamente dall'altra parte di Roma, senza contare il fatto che mi muovo con i mezzi pubblici. Dopo tutto, posso almeno dire che ne è valsa la pena, e credo che per Sassy sia lo stesso! Il primo giorno abbiamo assistito all'inaugurazione con le autorità della fiera, abbiamo dato un'occhiata (approfondita) a tutti gli stand di tutti gli editori presenti, abbiamo fatto qualche acquisto (ben misero, in verità) e abbiamo seguito due eventi (per i quali vi rimando alla prossima puntata). 

Procediamo con ordine!
*ALL'ALBA DI GIOVEDI', LA DESOLAZIONE*
Abbiamo aiutato lo Staff ad aprire le porte. 

Inaugurazione!
Da sinistra: Romano Montroni (Presidente del Centro per il libro e la lettura), Lidia Ravera(Assessore alla Cultura e Politiche giovanili della Regione Lazio), Marco Polillo (Presidente dell’AIE), Giovanna Marinelli (Assessore alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica di Roma Capitale) e Enrico Iacometti (Presidente del Comitato promotore di Più libri più liberi)
Durante l'inaugurazione hanno presentato a grandi linee il programma della fiera, ma soprattutto hanno parlato dell'importanza della stessa, di come il libro sia uno strumento fondamentale, del facilitare l'accesso ai libri, e del trasformare la propria passione in impresa. Si è parlato anche dell'iniziativa #unlibroèunlibro :)

Dunque! Dopo l'inaugurazione, ci siamo fatte coraggio e ci siamo inoltrate tra le centinaia e centinaia di stand (impossibile elencarveli tutti, ma li trovate sul sito ufficiale della fiera), dove gli editori aspettavano solo i nostri sguardi scrutatori. Inutile dirvi, suppongo, che la maggior parte non li conoscevamo. Ma, in fondo, è anche a questo che serve la fiera, a conoscere le case editrici più piccole e meno famose, che pubblicano comunque dei capolavori. Come potete notare dalla foto, sembra di addentrarsi in un labirinto, e i nostri piedi tendevano magicamente a riportarci negli stessi corridoi. Piuttosto frustrante. Siccome noi siamo persone che non si arrendono, alla fine, a furia di girare in tondo, siamo passate da tutti, nessuno escluso! Naturalmente, alcuni editori hanno attirato di più la nostra attenzione.

Abbiamo consegnato a tanti addetti degli Uffici Stampa i nostri "Segnalibri da visita", ovvero i biglietti da visita del nostro blog, a forma di segnalibro. Ne è rimasto qualcuno e gli ho scattato la foto che vedete qui a destra! Vi piacciono? ^_^ Comunque, non ci siamo limitate a farci conoscere! Ho fatto qualche domanda per sapere quanto è importante la fiera per queste piccole e medie Case Editrici. Ho parlato con Edizioni E/O, Fazi Editore, Marcos y Marcos, Nottetempo, Penne & Papiri, Gargoyle Books, Del Vecchio Editore, e Bao Publishing. Le prime cinque mi hanno riferito che partecipano alla fiera addirittura dalla prima edizione, mentre le altre tre da pochi anni, ma tutte e otto si sono sempre trovate benissimo e non hanno mai pensato di saltare qualche anno. Penso che sia bello che l'esperienza di questa fiera sia vista positivamente non solo da chi la visita, ma anche da chi ne fa parte internamente. 

Qualche foto a caso (cliccateci sopra per vederle meglio)






Per votare il libro dell'anno, vinto da "Dimentica il mio nome" di Zerocalcare :)
.

Un assaggio dei miei ordinatissimi (!) appunti xD

.

Alcune cose che sono riuscita a sgraffignare :P 
e di cui magari vi parlerò in qualche articolo nei prossimi giorni. 
E quattro segnalibri!
.

Pochi acquisti: un bigliettino (con una frase bellissima, che terrò per me), un erbario e due segnalibri stupendi *_*
.

Per finire, mi è capitato di ritrovarmi in un paio di foto ufficiali della fiera
Fatevi due risate:

 Io e Sassy all'inaugurazione
.

Io con Pino Insegno che sul palco legge "Il libro della giungla" di R. Kipling

.


6 commenti:

  1. Ciao Gaja!!! Dev'essere stata proprio una bella esperienza :-) e hai anche portato a casa un bel bottino! Io non vedo l'ora che sia maggio per recarmi al Salone del Libro! Ma povera Sassy, perchè l'avresti voluta licenziare????? Bacetti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao ragazze :D
      Sì è stato bellissimo *_* se tutto va come dovrebbe, al Salone ci saremo anche io e Sassy *_*
      E volevo licenziarla perchè è una pessima stagista u.u neppure il pranzo mi ha portato! Che vergogna u.u Ovviamente scherzo xD non avrei potuto desiderare stagista migliore <3

      Elimina
  2. Bellissimi i biglietti da visita del vostro blog a forma di segnalibro! Molto interessante questo articolo :)

    RispondiElimina
  3. Sarebbe stato interessante partecipare! E vi faccio i complimenti per i biglietti da visita, sono una idea super simpatica!!! ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rosa :D grazie mille! Devo dire che all'inizio avevo qualche dubbio sull'idea, ma una volta stampati sono così carini *_* quindi sono soddisfatta :3

      Elimina