Usò entrambe le mani. Le fece correre su uno scaffale dopo l'altro. E scoppiò a ridere. [...] passò vari minuti ad andare con lo sguardo dagli scaffali alle proprie dita. Quanti libri aveva toccato? Quanti ne aveva sentiti? [...] Era come una magia, come la bellezza. {M.Z.}

Selezionati da me:

mercoledì 12 febbraio 2014

Recensione: "La Spada della Verità - vol.4" di T. Goodkind



.La Spada della Verità - vol.4.
di Terry Goodkind


Titolo: La Spada della Verità - vol.4
Autore: Terry Goodkind
Editore: Fanucci
Collana: Tascabili Immaginario
Prezzo di copertina (flessibile): 16,90 €
Voto:perfetto

Le mie recensioni dei volumi precedenti:
LSdV - vol.1
LSdV - vol.2
LSdV - vol.3



Il quarto volume della 'Spada della Verità' contiene i due romanzi: 'La Profezia della Luna Rossa' e 'Il Tempio dei Venti'. Dopo un periodo di calma apparente, Jagang, l'imperatore dell'Ordine Imperiale creduto morto nell'esplosione del Palazzo dei Profeti di Tanimura, torna a farsi vivo in maniera eclatante, invocando una profezia antica di millenni che egli stesso ha scoperto tra le rovine di una città. Tale profezia verrà annunciata da uno spaventoso evento naturale che porterà scompiglio tra le popolazioni, ma che sarà solo un semplice preludio alla minaccia realmente annunciata, di cui Richard e Kahlan sono le vittime predestinate.




Questo è il primo romanzo di questa saga a cui non ho tolto mezza stella dalla votazione. Sicuramente perchè è il migliore fino ad ora e perchè mi è piaciuto tutto, dalla prima all'ultima parola. Negli altri avevo sempre trovato almeno un piccolo difetto, ma in questo non ce ne sono.
Dopo tutte queste pagine, le avventure di Richard e Kahlan non solo sono ben lontane dall'annoiare, ma fanno venir voglia di avere subito in mano i seguiti. In particolare, in questo volume ci sono moltissimi colpi di scena che ho apprezzato tanto.
Vengono introdotti nuovi personaggi interessanti (di cui parlerò nella sezione spoiler) ma soprattutto vengono approfonditi due personaggi già conosciuti.
Mi riferisco a Cara, la Mord-sith, e a Nathan, il Profeta.
Per quanto riguarda Cara, non vedevo l'ora che si scoprisse qualcosa in più sul suo conto e che diventasse un po' più protagonista. In questo romanzo è stata fantastica. Si unisce e Kahlan e Verna nel diventare una dei miei personaggi femminili preferiti di questa saga. Su Nathan invece ho sempre avuto pensieri contrastanti, quindi è stato bello conoscerlo meglio e potermi chiarire le idee sul suo conto!
Per concludere questa sezione, dico solo di preparare i fazzoletti! Questo volume non risparmia lacrime. 




Come al solito, in questa sezione mi piace perlopiù approfondire i personaggi
Per prima cosa, vorrei dire che ho adorato la complicità e l'amicizia tra Kahlan e le tre Mord-sith, soprattutto Cara. 
Anche Richard mi è piaciuto moltissimo. I suoi comportamenti e i suoi pensieri mi lasciano sempre a bocca aperta, così come le sue dimostrazioni dell'amore che prova per Kahlan.
In questo volume sono stati introdotti tre nuovi personaggi.
All'inizio Clarissa non mi ha fatto una buona impressione, e devo dire che nonostante tutto quel che è accaduto in seguito, questa mia impressione non è mutata. L'ho sempre guardata con diffidenza.
Potrei dire che è accaduta la stessa cosa con Nadine, ma la verità è che lei l'ho odiata fin dal primo momento e sono molto contenta di come sono andate le cose per lei! Il modo in cui si è intromessa nella vita di tutti al Palazzo e il suo comportamento nei confronti di Kahlan mi hanno portata a detestarla.
Per ultimo, Drefan. Lui invece mi ha spiazzata. Davvero, non avrei mai potuto immaginare tutto quello che è successo! Alla fine, comunque, mentre leggevo pensavo che si trattava di un uomo davvero stupido, per poter pensare sul serio certe cose di Kahlan! 




Credo che il giorno in cui verrò delusa da uno dei volumi di questa saga sia ancora molto lontano ;)




Nessun commento:

Posta un commento