Usò entrambe le mani. Le fece correre su uno scaffale dopo l'altro. E scoppiò a ridere. [...] passò vari minuti ad andare con lo sguardo dagli scaffali alle proprie dita. Quanti libri aveva toccato? Quanti ne aveva sentiti? [...] Era come una magia, come la bellezza. {M.Z.}

Selezionati da me:

lunedì 11 settembre 2017

Recensione: "La via del male" di R. Galbraith



.La via del male.
di Robert Galbraith


Titolo: La via del male
Autore: Robert Galbraith
Editore: Salani
Prezzo di copertina (rigida): 18,60 €

Voto: perfetto




Quando un misterioso pacco viene consegnato a Robin Ellacott, la ragazza rimane inorridita nello scoprire che contiene la gamba amputata di una donna. L’investigatore privato Cormoran Strike, il suo capo, è meno sorpreso, ma non per questo meno preoccupato. Solo quattro persone che fanno parte del suo passato potrebbero esserne responsabili – e Strike sa che ciascuno di loro sarebbe capace di questa e altre indicibili brutalità. La polizia concentra le indagini su un sospettato, ma Strike è sempre più convinto che lui sia innocente: non rimane che prendere in mano il caso insieme a Robin e immergersi nei mondi oscuri e contorti degli altri tre indiziati. Ma nuovi, disumani delitti stanno per essere compiuti, e non rimane molto tempo…
La via del male è il terzo libro dell’acclamata serie che ha per protagonisti Cormoran Strike e la giovane e determinata Robin Ellacott. Un giallo ingegnoso, con colpi di scena inaspettati, ma anche l’appassionante storia di un uomo e di una donna giunti a un crocevia della loro vita personale e professionale.

Questa recensione sarà davvero breve, trattandosi del seguito di altri due romanzi che ho già recensito. Ho già parlato di quanto mi piaccia lo stile con cui sono scritti. Ho anche già parlato di quanto siano ben caratterizzati i personaggi.




Mi limiterò dunque a dire che questo terzo romanzo non ha affatto deluso le mie altissime aspettative. Cormoran Strike e Robin Ellacott vengono coinvolti in un'indagine un più cruenta rispetto alle solite, e soprattutto più personale. Entrambi infatti si ritrovano a scavare a fondo nel loro passato, affrontando di nuovo cose che avevano cercato di dimenticare da tempo. Noi, come al solito, indaghiamo con loro, e questa è una delle cose che più amo di questa serie.
Stavolta l'indagine non è al centro della scena come negli altri due libri, ma non per questo passa in secondo piano. Anzi, viene intrecciata in maniera ancora migliore ai due protagonisti. Stavolta Cormoran e Robin sono più insicuri, sia nel loro rapporto che nel loro privato, riusciamo più che nei capitoli precedenti ad intravedere la loro fragilità dietro la loro forza. Sono i personaggi i veri punti forti della saga di Strike.
Ho adorato ogni singola pagina e l'ho divorato in due giorni.


Scena dal primo episodio della serie TV della BBC tratta da "Il richiamo del cuculo"

Promosso a pieni voti!

6 commenti:

  1. Io devo ancora leggere Il baco da seta, accipicchia!!! Non vedo l'ora di ritrovare Cormoran ^^

    RispondiElimina
  2. Dei romanzi pubblicati fino ad ora di questa serie, La via del male è sicuramente il mio preferito, forse proprio perché incentrato in maniera totalizzante su Cormoran e Robin e le loro vite.
    Sono felice che ti sia piaciuto :)
    Adesso non ci resta che aspettare pazientemente l'uscita di Lethal White (sperando che Robin non abbia sposato Matt!).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti giuro che durante la scena del matrimonio ho urlato "IO MI OPPONGO!" ahahaha poi per fortuna ci ha pensato Cormy a interrompere xD Comunque, c'è sempre il divorzio u.u

      Elimina
  3. Non vedo l'ora di leggerloooo *___* ho il terzo volume, ma avendo letto pochino tutta l'estate, ho molto da recuperare, a partire da qualche richiesta e libro lasciato a metà, sigh. Soffro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lascia perdere tutto e parti da questo qui!

      Elimina