Usò entrambe le mani. Le fece correre su uno scaffale dopo l'altro. E scoppiò a ridere. [...] passò vari minuti ad andare con lo sguardo dagli scaffali alle proprie dita. Quanti libri aveva toccato? Quanti ne aveva sentiti? [...] Era come una magia, come la bellezza. {M.Z.}

Selezionati da me:

martedì 12 gennaio 2016

Un frammento di... Il nostro bisogno di consolazione - #10

[Questa Rubrica nasce prendendo ispirazione da quella di Giusy su Divoratori di Libri. Ogni tanto vi proporrò una citazione da uno dei libri che ho letto, che mi ha colpita particolarmente :)]



Ben ritrovati <3
Oggi il frammento che vi propongo viene da un piccolo saggio che ho letto per inaugurare il nuovo anno :) Spero vi piaccia ^_^



Un frammento di... "Il nostro bisogno di consolazione" di Stig Dagerman




{ Il mondo mi dà in cambio dei soldi, la fama e il silenzio. Ma che m'importa dei soldi, che m'importa di contribuire a rendere più grande e perfetta la letteratura? L'unica cosa che m'importa è quella che non ottengo mai: l'assicurazione che le mie parole hanno toccato il cuore del mondo. Cos'è allora il mio talento se non una consolazione per la mia solitudine? Ma che consolazione spaventosa, che riesce solo a farmi vivere la solitudine con intensità cinque volte maggiore!  }





Nessun commento:

Posta un commento