Usò entrambe le mani. Le fece correre su uno scaffale dopo l'altro. E scoppiò a ridere. [...] passò vari minuti ad andare con lo sguardo dagli scaffali alle proprie dita. Quanti libri aveva toccato? Quanti ne aveva sentiti? [...] Era come una magia, come la bellezza. {M.Z.}

Selezionati da me:

domenica 28 giugno 2015

Recensione in anteprima: "Mistero a Villa del Lieto Tramonto" di M. Lindgren


.Mistero a Villa del Lieto Tramonto.
di Minna Lindgren
-in libreria dal 02/07/15-

Un enorme ringraziamento alla Casa Editrice Sonzogno, che mi ha gentilmente inviato questo romanzo per la recensione :)

Titolo: Mistero a Villa del Lieto Tramonto
Autore: Minna Lindgren
Editore: Sonzogno
Prezzo di copertina (flessibile): 16,50 €
Voto:   bellissimo


«Tic tac, tic tac, tic tac.» A Villa del Lieto Tramonto, ridente casa di riposo immersa nella foresta vicino a Helsinki, è l’ora del caffè e, come al solito, Irma e Siiri, due vivaci novantenni ospiti della residenza, amano trascorrere quel momento in perfetto relax. Dopo le partite a canasta, le lezioni di ginnastica dolce, il whiskino prescritto dal medico o le riunioni del gruppo per la memoria, un’oretta di svago ci vuole per scambiarsi ricordi di giovinezza o spettegolare sul funerale del giorno, che è pur sempre una festa e un avvenimento per curare il proprio look. Ma soprattutto, l’ora del caffè dà l’occasione per criticare il regolamento e l’incuria del personale specializzato, quello che fi gli e nipoti, per guarire i sensi di colpa, chiamano “servizi di eccellenza”. Per fortuna dalla Villa si può anche uscire, andare in giro in tram per rifarsi l’occhio con le bellezze della capitale finlandese, e così a Siiri, Irma e alla loro terza compagna, Anna-Liisa, capita di osservare, con bonario sarcasmo, le stranezze del mondo moderno che le circonda. A turbare la routine delle tre amiche è però un fatto terribile: la morte, in circostanze misteriose, del giovane cuoco, sempre gentile e pieno di allegria, accompagnata da una serie di episodi inquietanti che rivelano il lato sinistro di quel rifugio, ora non più così accogliente. Provette Miss Marple, Siiri, Irma e Anna-Liisa si trasformano in intraprendenti investigatrici per venire a capo degli enigmi nascosti tra le mura dell’amena residenza in un mistery arguto che tocca sapientemente le corde del giallo e della commedia, con un pizzico di suspense e molto, irresistibile, dark humor finlandese.



Questo romanzo è... particolare. Devo ammettere che il punto di vista di una vecchina di 94 anni non è proprio comune quando si legge un romanzo! E mi è piaciuto!
Siiri, la protagonista del libro, attraverso la quale è narrata la storia, è per l'appunto una vecchina di 94 anni molto giovanile, che vive in una residenza per anziani e dove ha fatto amicizia con altre due coetanee, Anna-Liisa e soprattutto Irma.
A Villa del Lieto Tramonto, però, non tutto è bello come sembra dall'esterno. Le nostre protagoniste, infatti, si accorgono presto che le persone che dovrebbero prendersi cura di loro non fanno altro che metterle in difficoltà, e dopo la morte di un giovane cuoco che lavorava nella mensa della Villa, le cose cominciano addirittura a precipitare.
Siiri e le sue amiche si ritrovano coinvolte in un mistero, in loschi affari, in giochi di potere. Non possono fidarsi di nessuno, e le autorità non le prendono sul serio, a causa dell'età avanzata. Persino il lettore ha dubbi sui vari personaggi che circondano le tre vecchiette, nonostante il mezzo lieto fine finale ("mezzo" perchè questa è una trilogia, e anche se le cose sembrano essere andate a posto per le protagoniste, il mistero resta irrisolto in questo che è solo il primo romanzo).  
La storia forse non è delle più appassionanti, ma proprio come dice la copertina del libro, richiama molto i romanzi con Miss Marple di Agatha Christie, e voi sapete che io amo Agatha! (Anche se preferisco le storie con Poirot :P).
Lo stile dell'autrice è scorrevole e anche se non è particolarmente evocativo credo che per un romanzo giallo sia perfetto. Chiaro e lineare.
Una cosa che mi è piaciuta molto è stata visitare Helsinki grazie alla protagonista e ai suoi giri in tram. L'ho apprezzato molto perchè anche io a volte vado in giro per Roma in autobus semplicemente per trascorrere qualche ora ad ammirare la città <3
Ad ogni modo, la cosa che ho preferito è stato il punto di vista di Siiri. Secondo me è stato molto realistico, e fa sorridere entrare nella testa di una persona che ha vissuto così tanto e che nonostante si senta ancora giovane deve ovviamente fare i conti con i problemi che l'età porta con sé.
Fa riflettere anche il modo in cui le tre amiche parlano della morte. La vedono come un sollievo, come qualcosa che avrebbe dovuto coglierle già da molto tempo, e invece sono state costrette a vivere la morte dei mariti, persino dei figli. A quell'età non hanno nulla da perdere, se non loro stesse, ed è con questo modo di pensare che vivono questa tremenda ma pur sempre eccitante avventura.

Menzione speciale alla copertina praticamente perfetta in ogni minimo dettaglio!! *_*


Le misteriose avventure di Siiri e delle sue amiche sono promosse a pieni voti!

8 commenti:

  1. Come ti avevo già detto, questo libro mi incuriosisce molto *-* mi sono fatta coraggio e l'ho richiesto anch'io (a quanto pare mi avevano mandato la newsletter, ma io non ci avevo fatto molto caso °-°). Sto aspettando la risposta! La storia delle vecchiette novantenni indagatrici mi sembra molto simpatica ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, infatti è simpaticissima! Ci si affeziona subito alle protagoniste!

      Elimina
  2. Uno dei tanti libri che mi ritrovo spesso sotto gli occhi nella blogosfera. E la tua recensione mi ha conquistata! :)

    RispondiElimina
  3. Ciao Gaia, sono corsa a leggere la tua recensione per capire anche il tuo punto di vista :-)
    Le vecchiette mi hanno conquistata e forse la parte investigativa è quella che mi rapito meno, ma il punto di vista delle 90enni, i problemi di credibilità , la voglia di divertirti, i giri in tram, insomma, per me è stata una lettura stupenda.
    Ciao Gaia, alla prossima

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero, la parte investigativa viene un po' messa in ombra dalla simpatia delle protagoniste e dal loro modo di vedere la vita :D

      Elimina
  4. Questo libro continua ad affascinarmi sempre di più, molti hanno detto che ricorda i romanzi della Christie ed io la adoro! Non vedo l'ora di leggerlo <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si discosta un po' dallo stile della Christie, ma vale comunque la pena leggerlo! :D

      Elimina