Usò entrambe le mani. Le fece correre su uno scaffale dopo l'altro. E scoppiò a ridere. [...] passò vari minuti ad andare con lo sguardo dagli scaffali alle proprie dita. Quanti libri aveva toccato? Quanti ne aveva sentiti? [...] Era come una magia, come la bellezza. {M.Z.}

Selezionati da me:

giovedì 22 febbraio 2018

I Luoghi della Letteratura #12 - Biblioteca Nazionale Centrale {Roma}

[.In questa rubrica parlerò di luoghi legati in un modo o nell'altro alla letteratura. Si tratterà solo di luoghi che ho visitato personalmente, vi mostrerò quindi foto scattate da me e commenterò con gli appunti che ho preso sul posto, citando la fonte in caso contrario.]



Biblioteca Nazionale Centrale



Come al solito, per ingrandire le fotografie dovete cliccarci sopra :)

Ben ritrovati, lettori! Come vi ho raccontato nei due post precedenti di questa rubrica [a questo link], l'8 ottobre 2017, in occasione dell'iniziativa Domeniche di Carta, ho visitato tre biblioteche di Roma. È arrivato (finalmente, visto che sono passati mesi!) il momento di parlarvi dell'ultima, ossia della Biblioteca Nazionale Centrale.





La Biblioteca Nazionale Centrale [di cui trovate tutte le informazioni utili per visitarla a questo link] è stata istituita nel 1875, ma è stata ufficialmente inaugurata al Collegio Romano nel 1876 ed è stata spostata nella sede attuale soltanto nel 1975. In Italia abbiamo un'altra sede della Biblioteca Nazionale Centrale, a Firenze, che non ho ancora visitato ma dove spero di poter fare un salto il prima possibile [le informazioni sulla BNC di Firenze le trovate a questo link]. 


Ecco qualche foto dell'esterno:




Solo il piano terra è aperto al pubblico e ospita molte sale lettura. Ci sono poi innumerevoli piani di magazzini (sotterranei) e oltre 110 km di scaffali pieni zeppi di libri, per un totale di 8 milioni di volumi circa. Niente male, vero?

I carrelli con cui i libri raggiungono le sale lettura dai magazzini

Una delle postazioni per la visione dei microfilm

Per poter consultare i volumi della biblioteca bisogna iscriversi. La tessera viene rilasciata al momento :) nella struttura c'è anche una grande caffetteria e all'interno della biblioteca si trovano alcune mostre permanenti. Ad esempio, esiste una sala dedicata a Pier Paolo Pasolini dove sono esposti i dattiloscritti dei romanzi e di altre opere, e la Galleria degli Scrittori, dove sono esposti dattiloscritti e autografi di grandi figure centrali della letteratura, come Elsa Morante e Grazia Deledda.


Concludo lasciandovi altre foto delle sale lettura :)

Come al solito, per ingrandire le fotografie dovete cliccarci sopra :)



L'archivio cartaceo! Ma potete consultare anche quello digitale



8 commenti:

  1. Ciao, ho appena scoperto il tuo blog e mi sono iscritta come lettrice fissa :-)
    Amando i libri ed essendo stata bibliotecaria fino a un mese fa non potevo non apprezzare il tuo post! Sono stata a Roma due volte, ma non ho avuto occasione di visitare la biblioteca... dev'essere stata davvero una bella esperienza!
    P.s. ti lascio il link del mio blog, nel caso volessi dargli un'occhiata http://langolodiariel.blogspot.it/

    RispondiElimina
  2. Non ci credo....sono di Roma e non ero a conoscenza di questa Biblioteca...sono una capra! Ahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah ma no! Anche io vivo a Roma ma l'ho visitata solo di recente, è una città grande, impossibile conoscerla tutta!

      Elimina
  3. Che posto meraviglioso!!!!! *__*

    RispondiElimina