Usò entrambe le mani. Le fece correre su uno scaffale dopo l'altro. E scoppiò a ridere. [...] passò vari minuti ad andare con lo sguardo dagli scaffali alle proprie dita. Quanti libri aveva toccato? Quanti ne aveva sentiti? [...] Era come una magia, come la bellezza. {M.Z.}

Selezionati da me:

martedì 17 giugno 2014

Recensione: "La Spada della Verità - vol.5" di T. Goodkind



La Spada della Verità - vol. 5
di Terry Goodkind


Titolo: La Spada della Verità - vol. 5

Autore: Terry Goodkind

Editore: Fanucci

Collana: Tascabili Immaginario
Prezzo di copertina (flessibile): 16,90 €

Voto:quasi perfetto

Le mie recensioni dei volumi precedenti:




Per salvare Richard dalla peste, Kahlan è stata costretta a richiamare dal Mondo Sotterraneo i tre Rintocchi. Vasi, Sentrosi e Reechani. Queste creature magiche possiedono un potere molto particolare, che permette loro di prosciugare la magia presente nella dimensione in cui sono state liberate. E così, a causa della loro presenza, i popoli delle Terre Centrali rischiano di perdere i propri poteri, e ciò non solo mette in pericolo la vita di tutti ma favorisce anche l'oscuro disegno di Jagang, il malvagio imperatore dell'Ordine Imperiale, dominato da un odio assoluto e irrefrenabile per la magia.



Dopo ben cinque volumi -con molte centinaia di pagine- questa saga è ben lontana dall'annoiarmi.

Inutile perdere troppe parole su quanto sia coinvolgente lo stile dell'autore, temo di averlo detto fin troppe volte nelle recensioni dei precedenti volumi :P

Anche questo romanzo è molto emozionante e ricco di colpi di scena, soprattutto sul finale.

Ha perso mezza stella alla votazione perchè per gran parte del romanzo i protagonisti vengono messi da parte, e la storia è incentrata su un popolo decisamente antipatico, ossia Anderith! Ho davvero cercato di entrare nelle pagine per sterminarli tutti con le mie stesse mani! Naturalmente, ai fini della trama è stato importante ma soprattutto interessante conoscere quelle vicende, però devo ammettere che capitolo dopo capitolo speravo di rileggere i nomi di Richard e Kahlan! Anche se un personaggio nuovo mi è piaciuto particolarmente: Dalton Campbell. Spiegherò il motivo nella sezione con spoiler :)

Ultimo fattore penalizzante è stata la scarsa presenza di uno dei miei personaggi preferiti in assoluto: Cara. }}}

La maggior parte delle mie considerazioni riguarda i personaggi.

Non ho molto da dire su Richard e Kahlan, che sono stati eccezionali come sempre, anche se assenti per buona parte del romanzo. In particolare ho la curiosità di leggere di loro nel prossimo volume, per via di quanto accade nel finale.
Mi incuriosisce molto sapere come si evolveranno le vicende che vedono come protagoniste la Priora Ann e soprattutto Sorella Alessandra. Ha davvero rinunciato al Guardiano per riaccogliere il Creatore nel suo cuore?
Infine, voglio parlare del miglior personaggio di questo romanzo: Dalton Campbell. Oltre ad essere caratterizzato in maniera eccellente, ha avuto un'evoluzione straordinaria e molto bella da seguire nel corso delle pagine. Dopo averlo odiato profondamente, alla fine gli ho persino fatto un applauso! Ma l'applauso più grande va fatto all'autore, che riesce sempre a coinvolgermi così tanto con i suoi personaggi ;) 



Rinnovo il mio parere: se non vi spaventano le saghe luuunghe ne consiglio assolutamente la lettura :)





Nessun commento:

Posta un commento