Usò entrambe le mani. Le fece correre su uno scaffale dopo l'altro. E scoppiò a ridere. [...] passò vari minuti ad andare con lo sguardo dagli scaffali alle proprie dita. Quanti libri aveva toccato? Quanti ne aveva sentiti? [...] Era come una magia, come la bellezza. {M.Z.}

Selezionati da me:

lunedì 18 novembre 2013

Saghe VS Libri auto conclusivi!


Non è facile scegliere!
Io non ho preferenze particolari, ma trovo che entrambe le categorie abbiano pro e contro. Analizziamoli insieme (dal mio punto di vista, naturalmente :P)


Saghe: Più libri, più pagine. Questo significa che la trama e i personaggi possono essere approfonditi meglio, ma badate bene, non sempre è così! Molte saghe lasciano comunque a desiderare su questi punti :(

Libri auto conclusivi: Soprattutto se il romanzo non è di 1000 pagine, spesso la curiosità del lettore non viene soddisfatta completamente, perchè avrebbe voluto approfondire parti della trama o del carattere dei personaggi. Ma anche qui, non è una regola fissa. Infatti, i concetti che ho espresso valgono, secondo me, per la maggioranza dei romanzi, perchè è ovvio che ci siano Libri auto conclusivi molto più belli e completi di alcune Saghe.
Ma J.K. Rowling avrebbe mai potuto concentrare in un solo romanzo le avventure di Harry Potter? Rabbrividisco al solo pensiero!
Allo stesso modo, spesso non servono tanti libri per scrivere una bella storia, completa in ogni minima parte. Prendo ad esempio "I passi dell'amore" di Nicholas Sparks. In questo caso, rabbrividisco al pensiero di un seguito!
E' chiaro che ogni storia ha bisogno del suo numero di libri, e che non si può fare di tutta l'erba un fascio.


Saghe: Il brivido del'attesa. Attendere il seguito di un libro è spesso un rituale quasi gioioso, da condividere con gli amici. "Cosa succederà? Cosa faranno i personaggi? Qualcuno morirà? Qualcuno si sposerà? Oddiooo finalmente abbiamo la data d'uscita!!" E poi la fila in libreria per comprarlo, sfogliare le pagine mentre si torna a casa, studiare il volume in ogni sua parte prima di cominciare la lettura, e la felicità di immergerci di nuovo in una storia che in parte già conosciamo, di incontrare di nuovo vecchie conoscenze. Se vi affezionate particolarmente ai personaggi di cui leggete, le Saghe fanno al caso vostro! D'altra parte...

Libri auto conclusivi: Zero ansia causata dal non sapere se pubblicheranno i seguiti (Esempio: la saga del "Grace College" di K. Kuhn). Zero ansia causata dal non sapere quando pubblicheranno i seguiti (Esempio: la saga di Moirin di J. Carey). Zero ansia per il rischio che la qualità della storia peggiori (come accade con molte saghe. Due esempi: "Shadowhunters" di C. Clare e "Il ciclo dell'eredità" di C. Paolini). Insomma, anche questi sono aspetti da non sottovalutare!


Saghe: "Non ne ho mai abbastanza. Voglio altre storie ambientate in questo posto, voglio altre storie con gli stessi personaggi, voglio il passato, presente e futuro dei personaggi e dei luoghi. Voglio sapere il più possibile!" Questo uno dei motivi che potrebbe spingerci ad amare le saghe. Soprattutto se eventuali prequel e sequel sono ben trattati, come nel caso de "La corporazione dei maghi" di T. Canavan.

Libri auto conclusivi: Il troppo stroppia. "Abbiamo letto una bellissima storia, sappiamo a grandi linee cosa è successo in passato e cosa potrebbe succedere in futuro, e per ulteriori fantasticherie esistono le fanfiction. Ma un libro basta e avanza!"
Questo, chiaramente, dipende dai gusti di ognuno. Sotto questo aspetto io sono più favorevole alle saghe, perchè mi piace investigare ogni aspetto possibile delle storie, dal punto di vista dell'autore che le ha scritte, che è sempre il punto di vista giusto.


Aggiungo che non trovo corretta l'affermazione "per leggere una saga servono più soldi" :P

Se in un mese leggo quattro libri, non importa che siano Saghe oppure Libri auto conclusivi, in entrambi i casi spendo soldi per comprare quattro libri ^_^

Ed ora la parola a voi! Quale delle due tipologie preferite? E perchè? ;)





4 commenti:

  1. Domanda difficile!! Io personalmente leggo molte saghe,ma non è tanto una questione di preferenza,è che mi ci trascinano dentro xD In quest'ultimo periodo sono stata conquistata dagli urban fantasy,e lì ti deve andare bene per limitarti a tre libri!! Però in verità non mi dispiace,perchè avendo più libri a disposizione gli autori bravi riescono a farti affezionare in una maniera speciale ai personaggi e al mondo che hanno creato.Certo,alcuni sono troppo bravi in questo quindi in alcuni periodi si rischia di trovarmi agonizzante sul pavimento che imploro un seguito,ma alla fine anche questo p il bello di leggere ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, anche io sono stata trascinata in alcune saghe! E l'attesa a volte è snervante >.< Ti capisco!

      Elimina
  2. In genere preferisco libri auto conclusivi ma anche per il fatto che a volte gli autori delle saghe fanno aspettare troppo tra un libro e l'altro! :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io infatti a volte aspetto che siano usciti tutti i volumi di una saga prima di cominciarla xD

      Elimina