Usò entrambe le mani. Le fece correre su uno scaffale dopo l'altro. E scoppiò a ridere. [...] passò vari minuti ad andare con lo sguardo dagli scaffali alle proprie dita. Quanti libri aveva toccato? Quanti ne aveva sentiti? [...] Era come una magia, come la bellezza. {M.Z.}

Selezionati da me:

domenica 14 agosto 2016

In libreria da Agosto/Settembre 2016


[In questa serie di post mensili, vi propongo qualche segnalazione dei prossimi libri in uscita di varie Case Editrici :) si tratta di romanzi pubblicati da poco oppure che troverete in libreria nei prossimi giorni. Ovviamente sceglierò quelli che mi interessano personalmente, nella speranza che possano incuriosire anche voi :)]


Ciao a tutti! :D
Nessuna vacanza per il blog quest'estate :P anche se, come avrete notato, gli aggiornamenti sono diminuiti. Ci stiamo godendo un po' di meritato relax :) intanto vi lascio con tre prossime uscite, di tre CE diverse, che mi sembrano molto interessanti ^_^ (mi dispiace non sapervi dire con esattezza la data d'uscita di quello di Ali Smith :()



LE SOLITE SOSPETTE
di John Niven
dal 23 agosto 2016

Trama: Quando Susan - a causa dei vizi nascosti del marito - si ritrova vedova e con la casa pignorata, insieme ad alcune amiche decide di compiere una rapina. Contro ogni probabilità, il colpo va a buon fine, e alle «cattive ragazze» non resta che raggiungere la Costa Azzurra, riciclare il denaro e sparire. Nulla che possa spaventarle, dopo tutto hanno piú di un motivo per riuscire nella loro impresa: andare in crociera e fuggire il brodino dell'ospizio.

«A John Niven riesce la magia di essere sacrilego e umanissimo insieme».
Ian Rankin, The Observer

«John Niven è uno spasso assoluto».
Irvine Welsh




Pagine: 352 - Prezzo (copertina flessibile): 18,50€ - Editore: Einaudi

L'UNA E L'ALTRA
di Ali Smith
da settembre 2016

Trama: L’una e l’altra è un romanzo a specchio, composto da due lunghe novelle che si collegano e si richiamano a vicenda. Una è la storia di una ragazza che, nella Ferrara del Quattrocento, si finge maschio per portare avanti la carriera di pittore (Ali Smith la immagina come segreto alter ego di Francesco del Cossa, autore degli splendidi affreschi che adornano le pareti del Salone dei Mesi di Palazzo Schifanoia); l’altra è la storia di Georgia – detta George – una sedicenne di oggi che si trova a fare i conti con l’improvvisa morte della madre, attivista politica forse tenuta sotto sorveglianza, pochi mesi dopo una visita a quegli stessi affreschi. Fra suggestioni da romanzo storico e atmosfere quasi mystery, L’una e l’altra è una modernissima riflessione sull’identità di genere, sul rapporto fra arte e potere, sulle mille possibili declinazioni dell’atto del guardare (dalla contemplazione di un’opera d’arte all’entertainment allo spionaggio): un romanzo originalissimo, sfaccettato e affascinante che in Gran Bretagna ha segnato la definitiva consacrazione della sua autrice, facendo incetta di premi letterari e vendendo decine di migliaia di copie.

Pagine: 311 - Prezzo (copertina flessibile): 17,50€ - Editore: SUR
IO NON MI CHIAMO MIRIAM
di Majgull Axelsson
dal 29 settembre 2016

Trama: «Io non mi chiamo Miriam», dice di colpo un’elegante signora svedese il giorno del suo ottantacinquesimo compleanno, di fronte al bracciale con il nome inciso che le regala la famiglia. Quella che le sfugge è una verità tenuta nascosta per settant’anni, ma che ora sente il bisogno e il dovere di confessare alla sua giovane nipote: la storia di una ragazzina rom di nome Malika che sopravvisse ai campi di concentramento fingendosi ebrea, infilando i vestiti di una coetanea morta durante il viaggio da Auschwitz a Ravensbrück. Così Malika diventò Miriam, e per paura di essere esclusa, abbandonata a se stessa, o per un disperato desiderio di appartenenza continuò sempre a mentire, anche quando fu accolta calorosamente nella Svezia del dopoguerra, dove i rom, malgrado tutto, erano ancora perseguitati. Dando voce e corpo a una donna non ebrea che ha vissuto sulla propria pelle l’Olocausto, Majgull Axelsson affronta con rara delicatezza e profonda empatia uno dei capitoli più dolorosi della storia d’Europa e il destino poco noto del fiero popolo rom, che osò ribellarsi con ogni mezzo alle SS di Auschwitz.




Pagine: 576 - Prezzo (copertina flessibile): 19,50€ - Editore: Iperborea




4 commenti:

  1. "Le solite sospette" sembra divertentissimo! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero xD spero di leggerlo il prima possibile!

      Elimina
  2. "Le solite sospette" merita di essere letto solo per la copertina!!! :) :)
    A parte gli scherzi lo aggiungo alla mia lista xD grazie Gaia <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha in effetti è bellissima xD <3

      Elimina